Pescara – Il 5, 12 e 19 agosto ospiti illustri per serate a tema

di Loris Tarli

Al via domani 5 agosto una serie di spettacoli – l’inizio alle 20 di domani sera, quando presso il centro di Pescara si parlerà di intelligenza artificiale con lo psicoartista Luigi Pagliarini, studioso pescarese di intelligenza artificiale, con lui i musicisti Andrea Gabriele e Max Leggieri.

Altro appuntamento è previsto per il 12 agosto presso la stanza sistemata in via Piave – serata tutta d’annunziana, con lo psicoanalista italoamericano Anthony Molino che illustrerà uno studio sul piacere, soprattutto dal punto di vista maschile, richiamandosi al titolo del celebre romanzo del poeta e scrittore pescarese.

La serata sarà allietata dal contributo musicale di Piero Delle Monache, dalla danza di Silvia Di Rienzo, Claudio Ioanna e Irene Placidi, tutti e tre del Gruppo Alhena attualmente di istanza a Parigi, e da un’esposizione della scultrice Manuelita Iannetti.

La terza e ultima serata avrà come tema la società consumistica –  il 19 agosto a partire dalle 20 presso il giardino Victor Shoes in Via Piave sarà la volta quindi de “Il desiderio ed il suo strano oggetto”, con la scrittrice Veronica Raimo, la musica elettronica di Globster e la danza del Gruppo Alhena. Particolare risalto verrà dato, in questa occasione, al discorso sul feticismo e in particolare all’oggetto fetish per eccellenza, la scarpa in omaggio a Roberto Fascina, mecenate dell’iniziativa.

Proprio il ruolo di Fascina è un altro degli aspetti più importanti della manifestazione, così come sottolineato da Fabrizio Rapposelli, assessore alla Cultura della Provincia di Pescara, il quale si è soffermato sull’importante legame tra imprenditoria e mondo dell’arte sottolineando che “queste nuove forme si mecenatismo sono fondamentali per lo sviluppo di eventi culturali.

Senza la sensibilità e l’apporto dei privati si può andare poco lontano nella promozione artistica e culturale. Allo stesso tempo non è facile trovare imprenditori disposti a dare il loro contributo ed è per questo che ringrazio sentitamente Roberto Fascina che già da tre anni si impegna in questa iniziativa”.

Dello stesso parere è anche l’assessore alla Cultura del Comune di Pescara Elena Seller la quale si è detta entusiasta della partecipazione imprenditoriale nelle iniziative culturali, nonostante si tratti ancora di casi eccezionali, “soprattutto a causa dei vari tagli che purtroppo hanno investito il settore pubblico della Cultura”.

Lo stesso Fascina, dal canto suo, è apparso molto felice di poter dare il suo contributo, sia per il suo essere esso stesso un musicista e appassionato di arte e cultura, sia, come lui stesso ha sottolineato, “per la passione smodata per la città in cui sono nato, cresciuto e mi sono realizzato. Amo la mia città ed è per questo che ho voluto realizzare un evento proprio qui, nel centro, che possa creare vita alla città, una vita che purtroppo, soprattutto nel mese di agosto, viene a mancare”.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook