Teramo – Il nuovo CDA della ruzzo reti nominato ad opera del PDL

di Loris Tarli

Il nuovo Consiglio d’Amministrazione della ruzzo reti è stato finalmente nominato ad opera del PDL – colpa dell’ulteriore spaccatura del PD teramano, in balia delle correnti interne.

La difficoltà e il ritardo nel rinnovo del CDA non sarebbero, quindi, da attribuire al segretario Verrocchio, bensì alla situazione critica che starebbe vivendo il secondo soggetto politico più grande di Teramo – tensioni e spaccature interne che non possono più dare le stesse garanzie di gestione che dava il PD negli anni di gloria del sindaco Sperandio.

Principalmente tre i soggetti politici che hanno visioni differenti all’interno del partito – il Sindaco di Pineto, il Sindaco di Giulianova e il segretario provinciale Verrocchio – che non riescono più a mettersi d’accordo su nulla determinando una spaccatura all’interno della politica che non avrebbe fatto altro che favorire il centro-destra.

Un PD indebolito da lotte interne quindi, che ha voluto cercare il colpevole da mettere alla gogna, ed è così che i vari membri del partito, Peppino Di Luca e Manola Di Pasquale hanno “accusato”  Verrochio di una mala gestione – una mala gestione che ormai dura da un decennio a questa parte.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook