A Montorio al Vomano seconda serata della “ Pizza e Birra a volontà”

di Andrea Marasea

La pizza è un piatto tipico della cucina mediterranea ormai reinterpretato in tutto il mondo, con enorme successo. Nella fattispecie non è niente altro che: farina di grano, salsa di pomodoro, olio di oliva, sale e aromi vari.

Via via sono state inventate molte varietà di pizza, che contengono altri ingredienti di tipo proteico come salsiccia, pesce e verdure di tutte le varietà.

È un piatto con valore nutritivo piuttosto buono, gran parte costituito da carboidrati della farina, e piccole quantità di grassi di tipo insaturo presenti nell’olio e nel pomodorocon modestissimi valori proteici.

 

I grassi insaturi sono utili alla salute in quanto non aumentano i livelli di colesterolo dannoso e di trigliceridi a livello ematico, altre sostanze presenti nel pomodoro e nell’olio di oliva, tipo il licopene, l’acido alfa lipoico e l’oleuropeina, sono dei potenti antiossidanti che proteggono le cellule dagli effetti dannosi dei radicali liberi.

Le pizze vegetariane aggiungono a questo i benefici della verdura, ricca di fibre vegetali e di altri micronutrienti, e le proteine tratte dalle carni e dai pesci.

Ecco come la pizza può diventare un alimento completo, un ottimo piatto unico altamente digeribile ed economico.

Anche a Montorio al Vomano in provincia di Teramo viene onorato questo piatto tipicamente mediterraneo tramite lo svolgimento della seconda serata della “ Pizza e Birra a Volontà”.

Sicuramente sarà una occasione per rinverdire vecchie amicizie o per uscire con la famiglia per un simposio gastronomico innaffiato da tanta fresca birra alla spina.

Alla pizzeria “La Tana” in viale Settembrini a Montorio al Vomano, infatti, venerdì 22 luglio 2011 alle ore 20.30 si celebrerà il tributo alla pizza per i più golosi e capaci estimatori di tale alimento, e data la qualità e la cura con la quale viene preparato se ne consiglia caldamente la partecipazione:

con ingresso a soli 15.00 € si potrà mangiare e bere a volontà, fino a quando, cioè, non si dovrà chiamare l’automedica o l’autoambulanza.

Noi della redazione 2duerighe Abruzzo ci auguriamo che nessuno ne abbia bisogno, ma per stuzzicare la fantasia gastronomica esemplifichiamo il menù che verrà offerto:

ñ  chiacchere

ñ  pizze a giro

ñ  pizza alla nutella

ñ  birra a fiumi

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook