Cineprese sotto le gonne: principi e tecniche di upskirt ovvero l’evoluzione del voyureismo

di Loris Tarli

33 anni lancianese , colto in flagranza di reato, denunciato per violazione alla normativa sulla protezione dei dati personali.
Il cineasta rusticano filmava, per mezzo di una telecamera appositamente celata sotto le gonne delle clienti di un supermercato.

La microtelecamera veniva, infatti, nascosta all’interno di un borsello e
avvicinata furbescamente alle signore ignare. L’insolito atteggiamento del ciondolante cliente trentenne è stato notato dagli addetti alla sicurezza del supermercato i quali hanno avvisato i carabinieri.

Sequestrata la microtelecamera i carabinieri hanno scoperto con forte imbarazzo da parte del giovane guardone, che già sei donne non ancora identificate erano state filmate sotto le gonne per spiare il panorama delle parti intime.

Il denunciato ha ammesso di avere disturbi della personalità ed è
stato trovato in possesso di vari filmati di carattere sessuale, ha ammesso di essere affetto da disturbi della personalità e di aver bisogno di terapie psichiche.

Parole chiave: carabinieri, voyeurismo,  sessuale, evoluzione, personalità, terapie, parti intime, panorama, filmati, guardone, upskirt

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook