Powertones: l’eleganza a ritmo di rock

Powertones: l’eleganza a ritmo di rock

PowertonesC’è un momento topico nella vita di ogni artista, pittore, scrittore, musicista che sia: è il momento dei primi contatti con il pubblico, quando dalle registrazioni si passa al palco, quando le variabili divengono costanti, quando l’adrenalina sale, quando tutto è comunque un’incognita nonostante le prove. É con i live che si capisce la stoffa di un gruppo, la possibilità di emergere, le possibilità effettive di poter fare la differenza.

Questo è il caso dei Powertones, hard rock band emergente di Mestre che, la sera dell’11 gennaio 2015, hanno avuto l’onore di suonare nello storico locale mestrino “Al Vapore”. Il locale, nato nel 1986 nella realtà di Marghera, ha ospitato innumerevoli concerti di differente tipologia musicale ed offerto moltissime serate con dj, divenendo polo privilegiato per l’attività musicale live della città lagunare e della sua terraferma.

E Jacopo Girardello (voce), Giampaolo Rizzo (chitarra), Mattia Costantini (tastiere) Nicola Baratella (basso), Gianluca de Bortoli (batteria), nonostante la giovane età, diciotto anni, hanno tenuto fede alle promesse e alle aspettative di una serata musicale di qualità.

Attraverso una scaletta che proponeva sia cover che pezzi inediti in inglese il gruppo, supportato da una linea musicale invidiabile da altre band con maggior esperienza alle spalle a tutt’oggi presenti nel territorio, è riuscito a gestire il concerto con attenzione e professionalità, mantenendo un approccio intimista nonostante il genere suonato.

Chi ha avuto la possibilità di assistere a tale evento, che ci si augura sia il primo di una lunghissima serie per un gruppo emergente con codeste potenzialità musicali, è stato trasportato per un paio di ore in un universo a noi parallelo: non più una zona periferica di Mestre, bensì un locale del Greenwich Village, dove l’accoglienza dell’ambiente si andava perfettamente a sposare con l’eleganza complessiva della band, e alle sue sonorità.

Completamente assente il problema dell’urlato, solitamente neo di quasi tutte le band emergenti, i Powertones hanno creato una serata piacevole all’insegna della buona musica attraverso una visione di rock pulita e chiara nelle armonizzazioni e negli assolo, riportando in auge un’idea stessa di far musica forse un po’ troppo spesso oggi dimenticata. La ricercatezza di alcuni virtuosismi ci racconta non solo un ottimo senso della musica e del ritmo, ma anche una padronanza della tecnica che lascia piacevolmente sorpresi.

Giulia Jurinich
13 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook