Incontro Barroso-Monti: l’Ue ha di nuovo fiducia nell’Italia

Si è tenuta a Milano, durante il forum di Confindustria, la conferenza stampa alla quale hanno partecipato il premier Monti e il presidente della Commissione Ue, Jose’ Manuel Barroso. Proprio quest’ultimo ha speso parole importanti nei confronti dell’operato del Governo italiano, capace, a detta di Barroso, di infondere nuovamente nelle istituzioni europee una fiducia che era andata via via scemando.

<<L’Italia si è trovata ad affrontare notevoli difficoltà – queste le parole del Presidente della Commissione europea – rappresentate soprattutto da un elevato debito pubblico; ma l’Italia è un grande Paese, una delle più importanti economie mondiali e sono sicuro che saprà risolvere i suoi problemi, continuando a giocare un ruolo determinante nel rafforzamento dell’Unione Europea>>.

Secondo Barroso, il merito è del governo Monti, che è riuscito a realizzare in così breve tempo le riforme necessarie per riaddrizzare una nave, quella italiana, che rischiava seriamente di andare alla deriva. <<L’Italia ha avviato un programma di riforme che ha riguardato tutti i settori – ha aggiunto Barroso – un progetto di riforme globale, che ha l’obiettivo di risanare il debito pubblico e le problematiche strutturali>>.

Per il Presidente della Commissione Ue, inoltre, queste riforme sono state necessarie per consentire all’Italia di poter riconquistare la fiducia degli investitori internazionali. Tra l’altro, proprio la rinnovata fiducia di questi ultimi, viene considerata dagli esperti come una delle cause scatenanti della discesa dello spread, che tanto sta giovando alle casse dello Stato e all’economia italiana in generale.

Dal Presidente della Commissione europea arriva, dunque, un plauso al Governo per la celerità e l’efficacia con cui è riuscito ad approntare un sistema di riforme capaci di risollevare l’economia italiana; ma, secondo il mio modesto parere, un plauso ancor più forte dovrebbe essere rivolto ai milioni di italiani che con i loro sacrifici stanno permettendo che ciò accada.

Giueseppe Ferrara

18 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook