Sospetto di truffa aggravata alle poste di Foligno

I sospetti si fortificano col passare delle ore. Un’impiegata degli uffici postali di Foligno, avrebbe infatti alleggerito i libretti postali di molti clienti abituali. Dalle prime indagini dei carabinieri sarebbe emerso che i soldi scomparsi da almeno sette tra conti correnti e libretti di deposito di tre uffici postali di frazioni folignate sarebbero stati almeno in parte investiti e il resto spesi dall’impiegata. Sospettata di essere la diretta responsabile è stata trasferita.

Già perquisita dai militari l’abitazione della donna che ritengono di aver ritrovato utili documenti per l’attribuzione della responsabilità diretta. Le indagini forniranno ovviamente risposte circa la dimensione effettiva della vicenda visto che le operazioni potrebbero riguardare anche altri conti. Le operazioni sono iniziate con alcune denunce degli di utenti degli uffici postali che avevano notato anomalie e riduzioni dell’ammontare dei propri conti nei loro depositi. La donna avrebbe agito agevolata da un ruolo di una certa responsabilità e operando in tutti i tre gli uffici postali che riguardano l’inchiesta. Anche gli ispettori di Poste Italiane si sono subito attivati nella ricerca di immediati chiarimenti. Se dovessero emergere certezze sulle irregolarità di queste operazioni riconducibili all’operato della donna si parlerebbe senz’altro di truffa aggravata con un bottino cospicuo. Poste Italiane si è espressa al riguardo dichiarandosi parte lesa come gli utenti “ truffati “  e quindi è interesse proprio scoprire realmente quanto accaduto anche per l’immagine dell’azienda. Resta da accertare quanto compiuto dalla donna nel suo operato.

di Manuel Giannantonio

28 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook