Natale al risparmio in Umbria

di Manuel Giannantonio
 
Ci siamo, Natale è alle porte, difficile rinunciare alla festa tanto attesa. La tradizione tanto cara viene celebrata come di consueto con molto entusiasmo anche se quest’anno forse il natale avrà un sapore diverso. Certamente la crisi che colpisce il bel paese non impedirà di festeggiare ma avrà le sue conseguenze in un natale già ironicamente ribattezzato in rete come “ Merry Crisi”. Gli Italiani infatti per fronteggiare questo “ delicato momento“ mirano a regali accuratamente scelti, utili e ovviamente poco costosi. Questi sostanzialmente i risultati delle varie indagini compiute sul caso, in particolare quella della Confesercenti Umbria ( Confederazione esercenti). I risultati infatti rappresentano la chiara testimonianza di una sensibile ripercussione della fragile situazione economica in cui sfortunatamente ci troviamo.

La paura e l’incognita del futuro pesano in maniera determinante sulla scelta dei regali che sembrano essere indirizzati quest’anno soltanto in famiglia. Un ‘altro dei dati emersi è quello inerente ai risparmi e su come siano stati usati in questo periodo soprattutto per comprare regali. In diminuzione anche le corse ai grandi magazzini. La gente intervistata ha dichiarato che la preferenza si concentra maggiormente sui mercatini  di natale, bazar e negozi in cui l’originalità, l’utilità e il costo contenuto del regalo sono accessibili a tutti. Insomma la maggioranza punta su regali economici ma si cercherà di fare il possibile per tenere fuori dall’incombente preoccupazione economica i bambini. Un grande occhio al portafoglio in questo natale che ci auguriamo possa comunque essere sereno per tutti ovunque.    

24 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook