Digitale terrestre: ultimi dettagli dall’Umbria

Città della pieve è certamente un territorio di confine in considerazione del fatto che proprio la sua origine è riconducibile alla costruzione di insediamenti in epoca longobarda in virtù della sua posizione strategica in vista di Perugia bizantina. Una zona dunque, quella pievese di confine che risulta double face per i suoi pregi e difetti ma che in questo caso ha avuto per questa ragione notevoli difficoltà con l’inserimento del digitale terrestre. Il delicato passaggio da analogico a digitale infatti, è stato senz’altro problematico, nonostante la regione Umbra figuri tra quelle in cui l’inserimento sia sostanzialmente avvenuto in maniera efficiente e meno traumatica rispetto ad altre regioni.

Il 17 novembre lo switch off (spegnimento del segnale analogico) è stato reso effettivo ma essendo in zona di confine in cui il segnale viene trasmesso e ricevuto in più punti di riferimento, non è stato completato il passaggio nell’area comunale. In passato fu installato un’antenna ripetitore che serviva la zona e parte del capoluogo comunale proprio per la ricezione dei canali Rai altrimenti non visualizzabili. Data la posizione confinante con le marche, gli apparecchi ricevono segnali dai ripetitori marchigiani trasmettendo quindi canali regionali Marchigiani in Umbria. Per questo motivo presto si interverrà sul ripetitore di Monte Nerone augurandosi che lo switch off  possa definitivamente risolvere la persistenza di questa problematica. L’amministrazione comunale ha comunque disposto un avviso con il quale spiega le ragioni dell’attuale disaggio consigliando di pazientare fino al 21 dicembre in attesa di migliorie prima di correre ai ripari acquistando le necessarie apparecchiature ( Decoder o televisori di ultima generazione con decoder integrato ) o addirittura ricorrere all’intervento di un tecnico specializzato. Le difficoltà dell’innesto della  TV digitale dovrebbero quindi concludersi il 21 dicembre salvo inattese interferenze o eventuali problematiche.

di Manuel Giannantonio

14 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook