Quintana: decisione del comitato centrale

I cavalieri della giostra folignate venivano preparati alla SIF (Scuola ippico Foligno) guidata da Amedeo Ciancaleoni. Un vivaio di giovani cavalieri che principalmente preparava campioni di salti a ostacoli occupandosi anche di preparare i cavalieri di giostra. Questa scuola infatti, ha contribuito a formare molti degli attuali protagonisti della manifestazione tanto cara alla città tra cui : Sergio Villa, Fabio Cruciani, Mauro Fondi, Lorenzo Paci, Daniele Scarponi, Luca Innocenzi, tanto per citarne alcuni.

Il comitato centrale dell’Ente Giostra he deciso di realizzare un centro ippico che funzioni da unica scuderia per i dieci rioni che danno vita allo spettacolo e soprattutto una scuola per i giovani che dimostrano interesse al mondo dell’equitazione e alla quintana stessa creando l’opportunità di gettare solide basi per un avvenire positivo. La scelta di Acquatino di proprietà del comune di Foligno come terreno rappresenta la prima fase di questo progetto. L’area si presenta per caratteristiche conforme per ospitare le scuderie e concedere loro la possibilità di allenarsi in ottime condizioni. Un sopraluogo verrà effettuato nei prossimi giorni e poi sarà redatto il progetto. Inoltre sono in fase di elaborazione alcune modifiche finalizzate a rendere sempre più unico lo spettacolo quintanaro. Il presidente della commissione artistica, Stefano Trabalza, sta ipotizzando una serie di probabili modifiche al cerimoniale che dovrebbe concludere la serata della vigilia coinvolgendo maggiormente gli spettatori e il popolo quintanaro. A partire dall’edizione del 2012 le ipotesi di  modifica verranno esaminate e dovrebbero confermare un nuovo aspetto alla kermesse. Il presidente inoltre ha fissato due appuntamenti all’inizio del nuovo anno per quanto riguarda l’incontro tra la giuria del gareggiare dei convivi e le commissioni artistiche rionali per definire i dettagli della sfida tra Contrastanga e Pugilli (due rioni) nelle serate finale. L’edizione 2012 dunque si presenta come ambiziosa e innovativa portandosi un vento di novità atte a ridimensionare il caos generato dallo scandalo che ha travolto nelle ultime edizioni la Giostra.

di Manuel Giannantonio

3 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook