Regione Toscana: stanziato fondo per la sicurezza nelle imprese artigiane

È stato siglato l’accordo tra l’assessore al diritto alla salute Daniela Scaramuccia, il direttore della sede toscana dell’Inail, Bruno Adinolfi, e il rappresentate legale del  CPRA (Comitato partitetico regionale per l’artigianato) Ciro Recce. Al centro uno stanziamento, da parte della Regione Toscana, di quattrocentocinquantamila euro per la formazione contro gli infortuni sul lavoro nelle imprese artigiane.

 

Una formazione che coprirà l’intero territorio regionale, andando a toccare in maniera diretta l’attenzione dei datori di lavoro. Che potranno cogliere l’occasione per migliorare sicurezza ed efficienza nell’organizzazione del lavoro, non trascurando aspetti relativi alla formazione e all’addestramento dei singoli lavoratori. I corsi vedranno coinvolti, infatti, anche i lavoratori autonomi e i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.

”La tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro e’ per la Regione Toscana uno degli obiettivi prioritari – afferma l’assessore al diritto alla salute Daniela Scaramuccia – La piccola e micro impresa costituisce il tessuto produttivo prevalente (circa il 95%) della nostra regione. E in periodi di recessione come questo, le piccole imprese hanno difficolta’ maggiori rispetto alle grandi aziende a investire risorse per la sicurezza e la salute. Da qui, dunque, la scelta politica di sostenere la formazione per la sicurezza nell’artigianato”.

Nonostante il trend degli infortuni denoti un sensibile calo, soprattutto trai casi mortali, la sicurezza e la salute sul posto di lavoro resta uno dei temi caldi discussi in Regione.

Iacopo Bernardini

12 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook