Dalle 21 di stasera sciopero dei treni in Toscana

Tratte a media e lunga percorrenza in servizio sulla linea Tirrenica, come ad esempio la Genova-Roma, potranno essere modificate, mentre un destino peggiore potrebbe toccare in sorte ai servizi regionali, a rischio cancellazione e limitazione di percorso. Disagi previsti su tutta la regione, con strascichi anche in Liguria. È il bollettino stilato dalla Rete Ferroviaria Italiana per la Toscana dalle 21 di lunedi’ 9 alle 21 di martedi’ 10 gennaio, inseguito allo sciopero del personale ferroviario proclamato dalle segreterie regionali di Filt-Fit-Uilt-Ugl. Brutte notizie per chi viaggia in treno dunque, salvi solo i pendolari.

Saranno garantiti infatti i servizi essenziali nelle fasce orarie a maggiore mobilita’ pendolare (6-9 e 18-21).
Chi si troverà già in carrozza al momento di inizio dello sciopero potrà comunque giungere a destinazione, ma solo a condizione che la distanza non sia superiore ad un’ora. Oltre questo termine, infatti, i treni possono fermarsi definitivamente anche in stazioni precedenti a quella di arrivo finale. Prima della partenza Trenitalia consiglia di leggere bene in stazione i comunicati, eventuali servizi integrativi potrebbero essere messi a disposizione nelle tratte più affollate.
Nei giorni di Pitti Uomo. Tra le vittime delle proteste incorre anche l’evento fiorentino, in programma dal giorno 10 al 13 gennaio 2012, che con tutta probabilità sarà sfavorito nell’inaugurazione.  Per informazioni e per le modifiche alla circolazione contattare il call center Trenitalia 89.20.21 o www.fsitaliane.it

di Iacopo Bernardini

9 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook