Regione Toscana: il via ai prestiti d’onore per i laureati

Ha come obiettivo la crescita del capitale umano e per sostenerlo è in corso l’attivazione di prestiti d’onore sino a 50mila euro, finanziamenti a garanzia regionale e rilascio gratuito, riservati ai giovani laureati che intendano intraprendere, in Italia o all’estero, percorsi di alta formazione o specializzazione. È l’iniziativa avviata dalla Regione Toscana all’interno di GiovaniSì, il progetto  che si propone la difesa delle prospettive formative e professionali nelle nuove generazioni.
Niente oneri né spese a carico dello studente.

Queste le particolari condizioni concesse, grazie alla garanzia di FidiToscana, dalla Regione alle richieste ritenute idonee e pervenute dal 15 dicembre 2011 al 30 aprile 2015. Per richiedere un prestito d’onore è necessario avere un’età compresa tra i 22 e i 35 anni, il possesso di una laurea magistrale, conseguita da non oltre un anno rispetto alla durata legale del corso di studi, con voto non inferiore a 100/110, e  la residenza o il domicilio in Toscana da almeno 2 anni al momento della presentazione della domanda.
Dai corsi di dottorato ai master di II livello passando per studi di specializzazione post laurea magistrale. Per i numerosi percorsi formativi accettati, che posso avere una durata minima di un anno e una massima di tre, permane la condizione di coerenza rispetto alla formazione posseduta e la missione dell’inserimento lavorativo e professionale del richiedente.
L’importo massimo del prestito non può superare il tetto dei 50mila euro e i rimborsi andranno avviati da parte del richiedente entro 24 mesi dalla conclusione del programma di studi, mentre, nel caso di ingresso nel mercato del lavoro, i mesi si riducono a 12.

di Iacopo Bernardini

8 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook