Siena. Regione, Provincia, Confindustria, Whirlpool firmano il progetto “High Chest”

di Iacopo Bernardini

Da Siena l’alternativa alla delocalizzazione. Istituzioni, mondo produttivo e universitario fanno sistema puntando su “una nuova offerta, più competitiva, ad alto contenuto tecnologico, che impiega le risorse della ricerca e le competenze locali”. Si chiama “High Chest”, il piano di investimenti da 15 milioni di euro firmato oggi nello stabilimento Whirlpool di Siena da Gianfranco Simoncini, assessore alle Attività produttive della Regione Toscana, Simone Bezzini, Presidente della Provincia di Siena, e Davide Castiglioni, Ad di Whirlpool Europe srl. Nell’ottica di una rete finalizzata allo sviluppo economico del territorio, hanno deciso di aderire al progetto: Regione Toscana e Provincia di Siena, le Università di Firenze, Siena e Pisa con Confindustria Siena e l’associata Whirlpool.

Un accordo siglato in intesa con l’obiettivo dell’azienda produttrice di elettrodomestici,     “quello – spiega Simoncini – di mantenere e consolidare la presenza in Toscana e avviare nuove e più innovative produzioni, in sintonia con quanto stiamo facendo per il rilancio del manifatturiero”. Mentre Bezzini rimarca l’importanza di una filiera del lavoro centralizzata, “che ruota attorno allo stabilimento Whirpool di Siena, uno dei poli produttivi ed occupazionali più importanti del territorio.”

 

27 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook