Fluad: due lotti bloccati per morti sospette, controlli anche in Toscana

Fluad: due lotti bloccati per morti sospette, controlli anche in Toscana

injectionsFIRENZE – Dopo il blocco di due lotti del vaccino antinfluenzale ‘Fluad’ deciso dall’Aifa a causa di alcuni decessi sospetti verificatisi in concomitanza temporale con la somministrazione, sono stati avviati immediati controlli per verificare la presenza in Toscana di eventuali dosi dei lotti in questione.

A tal proposito sono stati informati e allertati anche tutti i direttori generali delle aziende sanitarie e sono stati attivati anche controlli dalla stessa casa produttrice. “I cittadini toscani possono stare tranquilli – dice l’assessore al diritto alla salute Luigi Marroni – il sistema sanitario toscano si è subito attivato per garantire i controlli più rigorosi. La campagna di vaccinazione antifluenzale si svolgerà nella nostra regione assicurando a tutti le condizioni di massima sicurezza”.

Come precisato da un comunicato rilasciato dalla stessa Aifa: “a seguito delle segnalazioni di quattro eventi avversi gravi o fatali, verificatisi in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi provenienti dai due lotti 142701 e 143301 del vaccino antinfluenzale FLUAD della Novartis Vaccines and Diagnostics s.r.l., in attesa di disporre degli elementi necessari, tra i quali l’esito degli accertamenti sui campioni già prelevati, per valutare un eventuale nesso di causalità con la somministrazione delle dosi dei due lotti del vaccino, l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha disposto, a titolo esclusivamente cautelativo, il divieto di utilizzo di tali lotti”.

“L’AIFA – prosegue la nota – invita i pazienti che abbiano in casa confezioni del vaccino FLUAD a verificare sulla confezione il numero di lotto e, se corrispondente a uno di quelli per i quali è stato disposto il divieto di utilizzo, a contattare il proprio medico per la valutazione di un’alternativa vaccinale. L’AIFA specifica inoltre che i tre eventi ad esito fatale hanno avuto esordio entro le 48 ore dalla somministrazione delle dosi dei due lotti del vaccino”.

Davide Lazzini
27 novembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook