Studenti, infermieri, cani: tutti insieme appassionatamente contro il bullismo

Studenti, infermieri, cani: tutti insieme appassionatamente contro il bullismo

Un’iniziativa ricca di salute fisica e psichica sta prendendo il via a Pontessieve presso la scuola Edmondo De Amicis via Guido Reni 4. Un gruppo di cittadini, infermieri per la precisione, si fa carico di dedicare tempo e risorse ad un progetto per cercare di migliorare la qualità della vita dei giovani studenti.

Un piccolo passo, ricco di significato, che potrebbe essere il primo di un lungo percorso, ci auguriamo in tante direzioni. Preso atto infatti, con grande dispiacere, che riforma dopo riforma, ai ragazzi purtroppo è stata scippata la cultura, anche quella di base e anche quella minima, più educazione che altro, permetteva di creare disponibilità verso il prossimo e facilitare le relazioni interpersonali, gli infermieri, evidentemente a contatto con una realtà difficile, vogliono migliorare il quotidiano.

Chi come la sottoscritta è nato nel dopoguerra, nel primo dopoguerra, sa bene che uscendo dalle medie di allora, il latino, che imparavamo senza problemi, era un passe-partout straordinario tra nord e sud est e ovest e anche all’estero. Il Latino ora è over e non solo il latino anche tutti i suoi corollari, tanti, ma non è questa la sede per analizzare i vari harakiri che l’hanno permesso.

A maggior ragione quindi sono solidale e soprattutto ammirata per l’esperimento che stanno realizzando gli infermieri di Pontassieve. Sono certa che i ragazzi ne rimarranno entusiasti, anche perché a loro, al posto del latino, non hanno dato niente.

Infermieri contro il bullismo portano “I nostri amici a quattro zampe” il progetto rivolto agli studenti delle classi I, II, III, IV e V della scuola primaria degli istituti comprensivi della zona Sud Est e agli studenti delle classi I della scuola secondaria di primo grado. L’obiettivo è combattere il bullismo usando le emozioni con la mediazione degli animali, in particolare i cani, che entreranno in classe insieme a operatori specializzati. Nel corso delle lezioni in aula, il personale infermieristico dell’Usl centro Toscana, un operatore interventi assistiti con l’animale (metodo Antropozoa) e il referente dell’Educazione alla Salute, incontreranno i ragazzi delle classi.

L’appuntamento aperto ai giornalisti interessati che potranno partecipare alla prima parte di una lezione è iniziato venerdì 29 aprile (ore 8.45) presso la scuola Edmondo De Amicis via Guido Reni 4 Pontassieve.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook