iPhone 5: ora col contratto si può

Nemmeno due mesi dopo il lancio di iPhone 5 da parte di Apple, il responso del mercato è estremamente chiaro: per acquistare l’ultimo melafonino ci vogliono almeno 729 euro (modello da 16 gb), fino ad arrivare alla cifra enorme di 949 euro per il modello da 32 gb; tanto per le tasche degli italiani, che in questo momento, complice la crisi economica, stanno sempre più attenti a limitare le spese “superflue”. Questo significa dover rinunciare al “miglior iPhone di sempre”? Neanche per sogno.

 Per venire incontro alle esigenze dei propri clienti, i maggiori operatori di linea mobile hanno strutturato le proprie offerte per i piani in abbonamento, in modo da permettere un risparmio considerevole nell’acquisto dello smartphone della casa di Cupertino.

Secondo l’analisi condotta dal popolare sito Sos Tariffe, il modo migliore per pagare meno il dispositivo (anche del 30%) è quello di prenderlo sottoscrivendo un abbonamento, anche perché risulta l’unica soluzione che ci permette di pagarlo a rate.

Bisogna fare però attenzione al proprio profilo di consumo: più l’utente è abituato a mandare sms, fare chiamate e navigare in Internet, più convenienti sono le offerte proposte dai vari operatori telefonici. Il segreto sta nello scegliere il pacchetto che si adatta meglio alla nostre esigenze di utilizzo medio mensile, così da non incidere sullo stipendio come una spesa ulteriore.

Da segnalare che il vincolo di abbonamento è, nella maggior parte dei casi, di 30 mesi (se non rispettato ci si vedrebbe costretti a pagare una penale, che renderebbe non più conveniente l’offerta).

Marco Di Giacomo

13 novembre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook