Dov’è il futuro della tecnologia Mobile?

Dov’è il futuro della tecnologia Mobile?

smartphonesGrandi come televisori, in grado di fare il caffè, da esibire nel palmo della mano. Sono i nuovi smartphone android come l’HTC One, l’LG  Optimus G Pro e il Galaxy S4. Nati per affrontare la tecnologia, sbaragliarla e perforarla. Una lunga gara che, forse, li porterà davvero a produrre caffè. E se lo smartphone ha sbaragliato il telefono classico, cosa saranno in grado di fare i Google Glass?

Se pensiamo che soltanto qualche anno fa spendendo cifre considerevoli si poteva ambire a un telefono in grado di fare solamente chiamate e qualche sporadica, macchinosa e poco soddisfacente operazione, ci rendiamo conto di come tecnologie come quelle mobili subiscano, mese per mese, continue evoluzioni e cambiamenti.

È senz’altro il caso degli smartphone che, ormai, hanno sostituito in pieno i vecchi telefoni. Quella degli smartphone, in gran parte ancora ignorata, è una tecnologia rivoluzionaria. Con un pacchetto dati di internet da appena 8€ al mese si aprono illimitati orizzonti verso un uso, praticamente istantaneo, della comunicazione. Messaggistica istantanea, messaggi gratuiti ma anche mail e chiamate (è vero, spesso di bassa qualità) sono alcuni degli innumerevoli servizi di cui si può disporre passando verso la tecnologia smartphone.

Impratichirsi con le rinomate “app”, le applicazioni che ormai muovono lavoro, tempo libero e comunicazione, porta il mondo a portata di palmo. Basti pensare al “lettore vocale” che interagisce con voi, con le vostre ricerche, il modo di trovare un luogo rispetto a un altro dicendo semplicemente ciò che si desidera. Il futuro a portata vocale, le operazioni a comando a cosa porteranno? L’immaginazione può portarci ovunque, ad esempio Google vuole lanciare una nuova tecnologia: i Google Glass.

Occhiali da indossare con i quali fare praticamente di tutto. Cerchi la strada e sei in macchina? Ci pensano loro. Vuoi scattare una foto senza dare troppo nell’occhio? Anche in questo caso, ci pensano loro. E se vuoi riprendere la tua camminata, stare in webcam con la tua fidanzata o limitarti a cercare la pizzeria più vicina ..basta dirlo. Il resto è “Glass”.

Dovrebbero bastare – secondo indiscrezioni – 400 dollari per cambiare la propria vista con i Glass di Google. Se tuttavia pensiamo il valore – tra i 600 e 700 euro – per smartphone di alto livello e come questo sia stato sbaragliato da case cinesi come la huawei – con prodotto, come ascend P6 riproposti a metà prezzo – potremo ben presto, forse, vantare una tecnologia “Glass” con appena 200€.

E se allora è bastato un attimo per passare dalla tecnologia mobile “consueta” al concetto di “smartphone” quanto ci metteremo a passare a quello di “glass” o, magari, ad integrarla in una terza forma?

Lavoro, studio e divertimento si prospettano sempre più a di palmo, da qualsiasi angolo del pianeta. Sarà forse per questo, che chiudendo un attimo gli occhi, prima o poi, ci risveglieremo in un isola. Liberi dalla tecnologia. Per poi riaprirli e reimmergici nell’iperattiva vita dove tutti siamo in comunicazione, ogni secondo di più. Dove non c’è più privacy, ma lavoro e ancora lavoro 24/7.

di Redazione
7 agosto 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook