Le vendite di Nintendo Switch sono così elevate?

Le vendite di Nintendo Switch sono così elevate?

Secondo Reggie Fils-Aime sì. Intervenendo al Geek Summit il presidente di Nintendo Of America ha dichiarato che Nintendo Switch è stata in grado di risollevare le sorti della casa videoludica giapponese dopo i deludenti risultati di Nintendo Wii U.

Soli 15 milioni di unità vendute ed un ciclo di vita relativamente breve hanno costretto Wii U alla ritirata a favore della nuova Nintendo Switch che, ad oggi, con un minor ciclo vitale, ha già superato ampiamente Wii U.

Secondo Reggie Fils-Aime la ragione delle vendite così elevate di Switch, e la ragione per cui Nintendo sia un’azienda dura a morire è la capacità di sapersi reinventare. Fondata nel 1889 Nintendo è stata in grado di cambiare più volte rotta e di essere sempre attuale nel mondo dell’intrattenimento.

La sua filosofia di fondo è proprio questa: saper intrattenere sempre, tenendo conto dell’evoluzione della propria clientela. Passare dalle carte da gioco a Switch, in 129 anni, è sinonimo, sempre secondo Reggie Fils-Aime, di originalità e competenza.

Il presidente di Nintendo Of America ci tiene a sottolineare quanto il loro operato sia sempre incentrato sulla diversità, nonostante i pareri altalenanti. Wii, quando uscì nel 2006, non fu ben vista sin da subito eppure vendette oltre 100 milioni di unità, e lo stesso si può dire con Nintendo DS, che dovette farsi carico dell’eredità di un certo Gameboy e contrastare PSP di Sony.

“Seguendo questo percorso si va incontro allo scetticismo. Alcune persone dicono: non funzionerà. Non sarà efficace. Se parliamo del Wii nel 2006, del Nintendo 3DS o di Nintendo Switch, il nostro obiettivo è sempre quello di innovare, fornire nuove esperienze e, così facendo, far progredire il nostro business”.

La capacità di sapersi reinventare ha permesso a Nintendo di essere sempre competitiva e di potersi inserire in un mercato complesso, quello dei videogiochi e dell’intrattenimento in generale, con grande successo.

Le vendite di Nintendo Switch, che hanno già superato le 20 milioni di unità in meno di due anni, essendo stata presentata alla stampa ad Ottobre 2016, si giustificano nelle capacità dell’azienda, sempre secondo Reggie Fils-Aime

“L’altra qualità di Nintendo è insita nel fatto che facciamo sempre le cose in modo diverso. È nel nostro DNA. Copiare quello che fanno gli altri non è ciò in cui crediamo. L’altro aspetto è che ci concentriamo per offrire ai consumatori esperienze alle quali non hanno ancora nemmeno pensato”

Cambierà lo scenario con l’arrivo di concorrenti come Playstation 5?

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook