Web Marketing Festival e professioni digitali. Con il Digital Job Placement la domanda e l’offerta si incontrano

Web Marketing Festival e professioni digitali. Con il Digital Job Placement la domanda e l’offerta si incontrano
foto: Assodigitale

Il Web Marketing Festival si conferma l’evento di riferimento per chi ogni giorno si occupa di innovazione digitale. L’appuntamento per la 6^ edizione è fissato per il 21, 22, 23 giugno al Palacongressi di Rimini. Tre giorni intensi immersi nel mondo del web marketing e del digitale.

Si toccherà con mano l’importanza della formazione di qualità in questo settore, oltre che avere occasioni inedite di crescita professionale, di approfondimento, di business opportunity e networking. Le proposte offerte sono ricche più che mai, una su tutte il Digital Job Placement. Per il terzo anno consecutivo si potrà partecipare a un appuntamento ormai irrinunciabile per le professioni digitali: 400 i colloqui delle precedenti edizioni.

È giusto sottolineare una iniziativa come questa in un panorama italiano che viaggia in ritardo nel settore Ict. La competitività delle imprese non può prescindere dalle numerose professioni digitali, difficile però ritrovare a oggi percorsi di formazione specifici di qualità. Il rischio per l’Italia è di vivere nei prossimi anni un digital mismatch che peserà enormemente sul mercato del lavoro. È quindi utile segnarsi l’appuntamento del Digital Job Placement, un servizio di recruitment per le professioni digitali che punta sulla qualità dell’offerta. Oltre all’omonima piattaforma proprietaria, quest’anno ci saranno anche due partner d’eccezione: BNP Paribas e Experis-Manpower Group.

Da cosa nasce Digital Job Placement?

Certamente dal desiderio colmare il gap di competenze Ict esistente tra domanda e offerta di lavoro, favorendo l’occupazione, soprattutto dei giovani. Come? Dando concrete opportunità di matching nei 3 giorni del WMF all’insegna dell’innovazione digitale, facendo incontrare le aziende con posizioni lavorative aperte con i professionisti in cerca di occupazione. Verrà messa a disposizione un’area riservata appositamente pensata per realizzare colloqui di lavoro. Alle aziende e ai candidati non rimane che iscriversi al servizio. Un’azione semplice, dato che oltre allo spazio fisico dedicato a questa iniziativa avranno a disposizione anche uno spazio virtuale: una piattaforma dedicata funzionale per realizzare un processo di matching accurato.

Nello scenario europeo l’Italia è uno dei paesi che patirà maggiormente la carenza di professionisti del digitale. I profili e le competenze richieste dalle aziende sono in continua evoluzione. Quali sono le skill più ricercate? I data analyst e tutti i nuovi profili relativi ai big data, come il business analyst e il technical consultant; gli specialisti di cloud computing, cyber security, iot, service development, service strategy; i programmatori, gli analisti programmatori, i collaboratori informatici; help desk specialist, tecnici hardware-software, web developer, analisti funzionali e system engineer. L’elenco potrebbe continuare.

La disruption digitale è inarrestabile. Va pertanto favorito l’incontro tra la domanda in continua crescita delle aziende e i professionisti digitali competenti, altrimenti sarà impossibile per le nostre imprese acquisire nuove tecnologie e nuove strategie per tenere il passo con i tempi in uno dei settori fondamentali per l’economia.

Il Digital Job Placement è una modalità di incontro semplice e immediata. Negli anni passati ha registrato più di 200 aziende partecipanti (tra cui Save The Children, Aruba e Technogym) e 500 professionisti candidati. Il Web Marketing Festival con questa iniziativa si conferma tra i player più attivi a livello internazionale sul fronte della trasformazione del mercato del lavoro.

“Il digitale è il presente e il riconoscimento del suo valore in qualsiasi tipo di attività è inevitabile oltre che fondamentale”, spiega ancora Lombardo. “In Italia, ad esempio, sebbene la domanda di professionisti digitali sia in continuo aumento e arrivi a toccare il +30%, solo il 12% dei giovani trovano occupazione nel settore, contro la media continentale del 16%. Colmare questa distanza significherebbe fare un passo nella direzione giusta, non solo in quanto Web Marketing Festival ma anche come Sistema Paese”.

Il Web Marketing Festival vanta anche l’inclusione nella Coalizione Digital Skills and Jobs dell’Unione Europea (di cui fanno parte già anche realtà internazionadi eccellenza tra cui Cisco, Google, Microsoft e Oracle), un progetto UE che punta a garantire competenze adeguate ai cittadini dell’Unione per contrastare l’analfabetismo digitale e favorire skills ormai essenziali nella società e nell’economia digitale odierne. Al sito ufficiale del Festival e alla pagina dedicata al servizio di recruitment si potranno trovare tutte le informazioni necessarie riguardanti il Digital Job Placement e tutte le altre iniziative del Web Marketing Festival.

Qualità, formazione, eventi, approfondimenti, networking, crescita personale, professionale di business. Tutto questo in un unico luogo.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook