Il sabato del ciclomercato – Ivan Basso alla Tinkoff

Il sabato del ciclomercato – Ivan Basso alla Tinkoff

Ivan Basso e Oleg TinkovTorna il sabato del ciclomercato con l’ennesimo colpo messo a segno da Oleg Tinkov. Questa volta, il magnate russo ha acquisito le prestazioni di Ivan Basso, quest’anno in forza alla Cannondale. Il corridore italiano, vincitore di due Giri d’Italia e due volte sul podio del Tour de France, si è dichiarato felicissimo di far parte della “migliore squadra al mondo” e di poter dare il proprio apporto grazie all’esperienza che lo contraddistingue. Ivan il Terribile sta divenendo meno temibile con il passare degli anni, ma potrebbe dare una grande mano soprattutto in appoggio ad Alberto Contador. È il quarto corridore, dopo i fratelli Sagan e Bodnar, proveniente dall’ex squadra italiana, che questa settimana ha annunciato la fusione con il gruppo Slipstream Sports, società che gestisce la Garmin-Sharp. Tra i reduci del gruppo Cannondale, al momento, solo il promottente Davide Formolo ed Elia Viviani hanno trovato l’accordo con la nuova formazione per la prossima stagione.

A tenere il passo della Tinkoff-Saxo, dal punto di vista del mercato, ci pensa l’Astana di Vincenzo Nibali e Fabio Aru, che il prossimo anno vedrà tra le proprie fila l’estone della Cofidis Rein Taaramae. Classe 1987, Taaramae era considerato una promessa per le grandi corse a tappe, ma fino ad oggi non è riuscito a esprimere il suo talento. In un team così importante, però, l’estone potrebbe ritrovare le giuste motivazione e finalmente la propria dimensione da professionista. Interessante anche il ciclomercato della Movistar, capace di assicurarsi due interessanti giovani del panorama ciclistico internazionale: Marc Soler e Rubén Fernandez. Il primo è un promettente neoprofessionista, capace di difendersi sia in salita sia nelle prove contro il tempo; il secondo, invece, arriva dalla Caja Rural e può vantare nel suo palmares il Tour de l’Avenir 2013, importante corsa riservata agli under 23 in cui lo spagnolo, lo scorso anno, è riuscito a domare il talentuoso Adam Yates, in forza alla Orica GreenEdge.

Per le altre formazioni, il ciclomercato non sta regalando praticamente nulla. Perfino il Team Sky è a secco di colpi a effetto: il main sponsor sembra aver tagliato i fondi, visti i deludenti risultati della stagione in corso. Tutte le altre formazioni, senza grandi bugdet da spendere, stanno correndo ai ripari rinnovando i contratti degli atleti in scadenza. La Movistar ha rinnovato quelli di Castroviejo e Visconti, mentre la Giant-Shimano si tiene stretta, per i prossimi due anni, Warren Barguil, così come la Fdj ha blindato Thibaut Pinot fino al 2016. I possibili movimenti rimangono legati ai nomi di Boasson Hagen, in cerca di una sistemazione per la prossima stagione, di Carlos Betancur, e di Wouter Poels, in uscita dalla Omega Pharma-QuickStep.

Giacomo Di Valerio

23 agosto 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook