Tour de France 2014, Rafal Majka vince ancora!

Tour de France 2014, Rafal Majka vince ancora!

Rafal MajkaHa iniziato il Tour de France 2014 controvoglia, ora vorrebbe che la Grande Boucle non finisse così presto. Stiamo parlando di Rafal Majka (Tinkoff-Saxo), che dopo aver vinto sulle Alpi, fa sue anche le montagne dei Pirenei, vincendo la 17esima frazione con arrivo in salita a Pla d’Adet. Seconda posizione per uno straordinario Giovanni Visconti (Movistar), terza per Vincenzo Nibali (Astana). Il titolare della maglia gialla ha staccato tutti gli avversari, a esclusione di Jean-Christophe Peraud (AG2R La Mondiale). Ha perso 49” Alejandro Valverde (Movistar), 52” i francesini Thibaut Pinot (Fdj) e Romain Bardet (AG2R La Mondiale). In classifica, il vantaggio di Nibali inizia a diventare abissale. Domani, ancora Pirenei.

Un uomo solo al comando – Nella 17esima frazione del Tour de France 2014, gli atleti del plotone dovranno affrontare una tappa breve (124,5 km) ma assolutamente insidiosa, con i Pirenei a farla da padrona: Col du Portillon (1 cat., 8,3 km al 7,1%), Col de Peyresourde (1 cat., 13,2 km al 7%), Col de Val Louron-Azet (1 cat., 7,4 km all’8,3%) e arrivo a Pla d’Adet (HC cat., 10,2 km all’8,3%). La tappa è molto movimentata, l’Astana non è sempre compatta in testa al gruppo, e i tentativi di fuga si susseguono. A emergere è il corridore che tutti i capitani vorrebbero avere al loro fianco in una grande corsa a tappe: Vasil Kiryienka (Sky). Il bielorusso non è nuovo a tentativi solitari da lontano e con andatura regolare riesce a guadagnare, sul Peyresourde, fino a 5’30” sul gruppo della maglia gialla. Il pericolo maggiore per lui è costituito da un folto gruppo di contrattaccanti in cui compare anche la maglia a pois di Rafal Majka (Tinkoff-Saxo).

Nibali in controllo – Vasil Kiryienka viene ripreso e staccato sul Col de Val Louron-Azet da un folto gruppetto alle sue spalle, da cui riesce ad avvantaggiarsi il nostro Giovanni Visconti (Movistar), mentre nella discesa dello stesso Gpm c’è l’attacco di Romain Bardet (AG2R La Mondiale), desideroso di recuperare i minuti persi ieri da Thibaut Pinot (Fdj). Purtroppo per il francesino, quando Vincenzo Nibali (Astana) decide di darci dentro non c’è nulla da fare, e il solo Jean-Christophe Peraud (AG2R La Mondiale) riesce a tenere la ruota del siciliano. In testa alla corsa, invece, a 4 km dal traguardo Visconti viene ripreso da Rafal Majka. I due sono stravolti, e ai meno 2 km dalla conclusione, il polacco in maglia a pois pesca le ultime forze per andare a conquistare la seconda vittoria in questo Tour de France (seconda anche nella sua carriera). Per quel che riguarda Nibali, invece, il siciliano è apparso in totale controllo della situazione. Anche senza dannarsi l’anima, è riuscito comunque a guadagnare ancora sui principali rivali.

Meritano 2duerighe

Majka – Il polacco della Tinkoff-Saxo ha colto la seconda vittoria nel Tour de France 2014 e ha consolidato la sua maglia a pois di miglior scalatore. Giornata perfetta per lui.

Rodriguez – Venuto al Tour de France non per fare classifica, ma per conquistare la maglia a pois, oggi ha perso il confronto con Majka per il titolo di miglior scalatore. Giornata da dimenticare per lui.

 Classifica generale

1Vincenzo NibaliAstana 
2Alejandro ValverdeMovistar+ 5’26”
3Thibaut PinotFdj+ 6’00”
4Jean-Christophe PeraudAG2R La Mondiale+ 6’08”
5Romain BardetAG2R La Mondiale+ 7’24”
6Tejay Van GarderenBmc+ 10’19”
7Bauke MollemaBelkin+ 11’59”
8Laurence Ten DamBelkin+ 12’16”
9Pierre RollandEuropcar+ 13’15”
10Frank SchleckTrek Factory Racing+ 18’03”

Giacomo Di Valerio

23 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook