Tour de France 2014, Gallopin anticipa il gruppo. Nibali ancora in giallo

Tour de France 2014, Gallopin anticipa il gruppo. Nibali ancora in giallo

tony gallopinDopo il giorno di riposo, il plotone del Tour de France 2014 è tornato sulle strade francesi per pedalare l’undicesima tappa, che ha visto la vittoria dell’ex maglia gialla Tony Gallopin (Lotto-Belisol), bravissimo nel beffare il gruppo, regolato allo sprint da John Degenkolb (Giant-Shimano) davanti a Matteo Trentin (Omega Pharma-QuickStep). Maglia gialla sempre saldamente sulle spalle del nostro Vincenzo Nibali (Astana), che può amministrare 2’23” su Richie Porte (Sky) e 2’47” su Alejandro Valverde (Movistar). Attardati, sulla linea del traguardo, il campione del mondo Alberto Rui Costa (Lampre-Merida) e lo statunitense Andrew Talanski (Garmin-Sharp).

Tre in fuga – Il Tour de France riparte con una tappa nervosa – Besancon-Oyonnax di 187,5 km – che prevede 4 gpm (tre di 3° categoria, e uno di 4°) negli ultimi 45 km di corsa. La frazione potrebbe favorire la fuga di alcuni cacciatori di tappa, ma a provarci sono solamente in tre: Cyril Lemoine (Cofidis), Anthony Delaplace (Bretagne-Seché) e Martin Elmiger (IAM Cycling). Per loro, però, oggi non c’è nulla da fare, anche perché il gruppo concede solamente 5’ di vantaggio. A vuoto anche i tentativi dei contrattaccanti di giornata, tra cui Nicholas Roche (Tinkoff-Saxo) e Jan Bakelants (Omega Pharma-QuickStep). Il gruppo compatto, tirato dagli Omega Pharma, si avvia così verso l’arrivo.

Gallopin ha altri piani – Tony Gallopin (Lotto-Belisol) non è d’accordo con i piani del gruppo, e piazza la stoccata: la maglia gialla lo ha galvanizzato e l’ottima condizione legittima i suoi sogni di gloria. Dietro di lui reagiscono anche Peter Sagan (Cannondale), Micheal Rogers (Tinkoff-Saxo) e Michal Kwiatkowski (Omega Pharma-QuickStep). Il corridore della Lotto-Belisol, però, non vuole nessuno alla sua ruota, e con un secondo attacco riesce a liberarsi della scomoda compagnia. Il gruppo reagisce grazie all’azione della Giant-Shimano, ma Tony Gallopin riesce a resistere al rientro dei suoi colleghi e ad ottenere un prestigioso successo al Tour de France.

Meritano 2duerighe

Gallopin – Ha cercato nella decima tappa di difendere a tutti i costi la maglia gialla. Non c’è riuscito, ha abdicato con onore, e ha colto comunque un bellissimo successo.

Rui Costa – Non è in grandissima condizione, non ha mai dato la sensazione di poter resistere in salita insieme ai migliori, e anche oggi ha accumulato 1’36” di ritardo dai migliori.

Giacomo Di Valerio

16 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook