Tour de France 2014, finalmente André Greipel!

Tour de France 2014, finalmente André Greipel!

GreipelSorprese a non finire in questo Tour de France 2014: la sesta tappa, dedicata ai velocisti, non ha visto la vittoria e il poker di Marcel Kittel (Giant-Shimano). Il re delle volate è stato costretto a cedere per un giorno il palcoscenico ad André Greipel (Lotto-Belisol), che finalmente è tornato a essere il Gorilla che i tifosi hanno imparato ad apprezzare nel corso degli anni. A completare il podio di giornata Alexander Kristoff (Katusha) e Samuel Domoulin (AG2R La Mondiale). Vincenzo Nibali (Astana) sempre in giallo.

Quattro in fuga – Il Tour de France riparte, dopo la durissima tappa sul pavé di ieri, con una frazione ancora una volta dedicata ai velocisti, da Arras a Reims, di 194 km. Bellissime le parole di Martinelli, direttore sportivo dell’Astana, in riferimento all’azione orchestrata del suo team sulle pietre: “Quello che abbiamo fatto ieri avrà fatto innamorare più di qualcuno del ciclismo.” Oggi, invece, quattro cacciatori di tappa Leezer (Belkin), Mate (Cofidis), Pineau (IAM) e Gerard (Bretagne) – provano a ritagliarsi il ruolo di Latin-Lover di giornata, ma la Giant-Shimano ha tutto un altro programma per lo svolgimento della tappa: conquistare il poker di vittorie con Marcel Kittel.

La rivincita del Gorilla  Il gruppo scherza con i velocisti, annullando la fuga a 12 km dal traguardo, prendendosi tutto il tempo necessario per preparare al meglio la volata. A causa del vento laterale, alcuni corridori, tra cui Arnaud Démare (Fdj), rimangono staccati dal plotone, mentre gli Omega in testa al gruppo tirano dritti verso il traguardo e gli Giant-Shimano spariscono dopo aver lavorato tutto il giorno. A meno 3 km, le telecamere inquadrano Marcel Kittel in fondo al gruppo, sconsolato per non poter prendere parte alla volata, forse anche a causa della botta rimediata al ginocchio ieri per una caduta. All’ultimo chilometro, Michal Kwiatkowski (Omega Pharma) tenta l’azione da finisseur, alla Vincenzo Nibali, costringendo i Katusha a uno sforzo imprevisto e decisivo (in negativo) per lo sprint di Kristoff. Nelle prime posizioni del gruppo, finalmente, si vede André Greipel (Lotto-Belisol) fare a spallate con Mark Renshaw (Omega-Pharma) prima di piegare la propria bicicletta in una volata di potenza pura, che gli ricorda di essere uno dei più grandi velocisti del gruppo.

Meritano 2duerighe

Greipel – La squadra oggi non lo ha aiutato, lui si è messo in proprio, è tornato a sgomitare e finalmente anche a vincere. Il Gorilla c’è.

Giant-Shimano – Pedala tutta la tappa in testa al gruppo, assumendosi la responsabilità di ricucire sulla fuga, ma paga lo sforzo dissolvendosi nel momento decisivo della tappa. Sprecona.

Giacomo Di Valerio

10 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook