Tour de France 2014, nessuno riesce a fermare Kittel

Tour de France 2014, nessuno riesce a fermare Kittel

Marcel Kittel 4Quarta tappa del Tour de France, e incredibile terza vittoria per Marcel Kittel (Giant-Shimano), autore di una volata lunghissima che gli ha permesso di mettere la sua bicicletta davanti a quella di Alexander Kristoff (Katusha) e del campione francese Arnaud Démare (Fdj). Il livello dei velocisti presenti al Tour, quest’anno, è davvero altissimo e a maggior ragione consacra Marcel Kittel come re indiscusso delle volate. La maglia gialla rimane sulle spalle di Vincenzo Nibali (Astana). Caduta per Froome, che domani potrebbe risentirne sul pavé.

Il gruppo si spezza in tronconi – La Grande Boucle torna in Francia per la quarta frazione, Le Touquet-Paris-Plage – Villeneuve-d’Ascq/Lille Métropole di 163,5 km, ancora dedicata alle ruote veloci del gruppo. O meglio, ancora dedicata a Marcel Kittel. Anche oggi sono solo due i coraggiosi che si gettano all’attacco senza alcuna possibilità di vittoria: Voeckler (Europcar) e Mate (Cofidis). Le poche asperità e un po’ di vento laterale creano comunque molte difficoltà al gruppo, che si spezza in tre tronconi, anche se Nibali (Astana), Contador (Tinkoff-Saxo) e Froome (Sky) non rimangono attardati. Da segnalare che ben tre uomini della Sky, invece, hanno perso le ruote dei migliori per mancanza di attenzione: non è un buon segno, dal punto di vista della concentrazione, per una squadra che dovrebbe proteggere il proprio capitano e metterlo nella migliore condizione per vincere nuovamente il Tour de France.

Tris di Kittel – Voeckler, rimasto solo al comando, fa di tutto pur di resistere al rientro del gruppo, ma i suoi sforzi sono vani e a 16 km dal traguardo è costretto ad alzare bandiera bianca. Il gruppo viaggia a velocità sostenuta, i treni della Omega Pharma e della Giant-Shimano fanno di tutto per ostacolarsi, creando solo una grande confusione. Alla fine, infatti, Renshaw e Kittel si ritrovano senza compagni all’inseguimento di un grandissimo Alexander Kristoff, partito lunghissimo a 300m dal traguardo. Anche senza apripista, però, Marcel Kittel riesce a rimontare il velocista della Katusha, conquistando la terza vittoria di tappa in questo Tour de France.

Meritano 2duerighe

Kittel – Sta rendendo un incubo le volate per tutti i velocisti che solitamente non vedono l’ora di gettarsi nella mischia. Potenza allo stato puro.

Greipel – Anche oggi il campione tedesco ha deluso, per la sua incapacità di cogliere la ruota giusta nel momento decisivo. Timoroso.

Giacomo Di Valerio

8 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook