Tour de France 2014, Marcel Kittel è inarrivabile!

Tour de France 2014, Marcel Kittel è inarrivabile!

Marcel Kittel 6Non c’è storia al Tour de France 2014 quando la strada pianeggiante lascia ai velocisti la possibilità di esprimersi. Marcel Kittel (Giant-Shimano) ha messo letteralmente tutti in fila anche oggi, in una volata regale senza storia in cui nessuno è riuscito nemmeno ad uscirgli di scia. Seconda posizione, preziosa per la maglia verde, conquistata da Peter Sagan (Cannondale); terza piazza per Mark Renshaw (Omega Pharma QuickStep). Vincenzo Nibali (Astana) rimane maglia gialla. Da domani si torna in Francia.

Tappa per velocisti – La terza tappa in terra inglese per il plotone del Tour de France vedrà nuovamente i velocisti darsi battaglia, in un prestigioso arrivo di fronte a Buckingham Palace, come accadde ai giochi olimpici del 2012. Cambridge-Londra di 155 km vede due atleti all’attacco, Bideau (Bretagne-Séché) e Barta (NetApp-Endura), e una marea ininterrotta di tifosi lungo il tracciato: anche oggi il Regno Unito ha abbassato le serrande per il passaggio del Tour de France. Per quanto riguarda la corsa, invece, le speranze di vittoria per i fuggitivi sono pari allo zero. Bideau e Barta vengono tenuti sotto controllo dal gruppo, che azzera la fuga a 6 km dal traguardo, giusto in tempo per lanciare la volata.  

Inchino alla regina – Londra accoglie i corridori con una bella pioggia fastidiosa, costringendo gli uomini di classifica a presidiare le prime posizioni del gruppo per non correre rischi. Il treno della Giant-Shimano è schierato in testa al gruppo. Gli uomini di Kittel fanno un lavoro incredibile e perfetto, scortando il proprio capitano fino ai 200 m dal traguardo. A questo punto nessuno riusce nemmeno a uscire dalla scia del campione tedesco, che una volta di più si dimostra imbattibile in arrivi come questi, e conquista per un giorno Buckingham Palace. È lui il velocista più forte del mondo. Peccato non poter vedere lo scontro diretto con Mark Cavendish. Peccato per tutti, tranne che per Cavendish, forse.

Meritano 2duerighe

Sagan – il suo obiettivo dichiarato è la maglia verde, e sta correndo con grande intelligenza per raggiungerlo, senza sprecare energie per altri scopi. Giovane veterano.

Greipel – Alla vigilia era atteso nelle volate quasi quanto Cavendish e Kittel. Tiene sempre la squadra in testa al gruppo durante le tappe, ma nel finale sparisce. Inconcludente.

Giacomo Di Valerio

7 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook