Alessandro Ballan squalificato per 2 anni

Alessandro Ballan squalificato per 2 anni

Alessandro BallanBrutta notizia per il mondo del ciclismo italiano e per Alessandro Ballan. L’ex iridato, ormai 34enne, è stato squalificato per ben 2 anni dal Tribunale Nazionale Antidoping, a causa del suo coinvolgimento nell’inchiesta di Mantova. Il procedimento è entrato in vigore da oggi, e scadrà quindi solo il 16 Gennaio 2016, quando Ballan avrà 36 anni. La squalifica fa leva sulle sedute (vietate) di ozono terapia a cui Ballan si sarebbe sottoposto nel 2009. Inibito per 4 anni, invece, il medico Fiorenzo Bonazzi. Squalifica a vita per il farmacista Guido Nigrelli.

Questa squalifica rischia seriamente di compromettere il finale di carriera di Alessandro Ballan, ultimo italiano a laurearsi Campione del Mondo su strada, nel 2008. Il corridore della BMC, tra l’altro, è già incappato in un 2013 a dir poco nero, a causa del bruttissimo infortunio che gli ha provocato la frattura del femore e di una costola, lesioni alla milza (poi asportata) ed emorragie a un polmone e a un rene.

Questo il comunicato ufficiale relativo alla squalifica di Ballan:

La Seconda Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping ha affermato la responsabilità dell’atleta Alessandro Ballan in ordine all’addebito ascrittogli ex art. 2.2 del Codice Mondiale Antidoping e gli ha inflitto 2 anni di squalifica, a decorrere dal 17 gennaio 2014 e con scadenza prevista il 16 gennaio 2016. Ha altresì condannato Ballan al pagamento delle spese del presente procedimento, quantificate in EURO 400,00, e al pagamento della sanzione economica pari a EURO 2.000,00. Ha disposto che il presente dispositivo sia comunicato all’interessato, all’UPA, alla WADA, all’UCI, alla FCI, alla Società di appartenenza all’epoca dei fatti e, per conoscenza, alla Procura della Repubblica di Mantova.

 Giacomo Di Valerio

17 gennaio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook