Stagione 2013: i nomi dei ritirati, non tutti avanti con l’età

Stagione 2013: i nomi dei ritirati, non tutti avanti con l’età

CiclismoStanno fioccando, finita la stagione 2013, i ritiri dei ciclisti, dovuti sia a motivi d’anzianità, sia a problemi legati alla difficoltà di ottenere un contratto tra World Tour e Professional. Per questo, la lista dei ciclisti che stanno appendendo la bicicletta al chiodo è assai più lunga rispetto a quella degli anni precedenti. Tra i ritirati, figurano ciclisti con sole 28-29 primavere sulle spalle. Numeri che stonano se si pensa che la maturità ciclistica, solitamente, si raggiunge proprio intorno ai 27-28 anni. La lista, purtroppo, sembra destinata ad aumentare di volume: tantissimi sono anche i corridori ancora alla ricerca di un contratto, alcuni dei quali saranno probabilmente costretti a scegliere strade alternative al ciclismo.

Tra i ritiri nel World Tour, figura anche quello di Mikel Astarloza, dal 2007 alla Euskaltel Euskadi, la squadra basca che quest’anno ha dovuto chiudere i battenti dopo 20 anni nel mondo professionistico del ciclismo. I corridori in arancione della Euskadi, dalla prossima stagione, non potranno più portare in giro per il Mondo la loro fiera cultura indipendentista. La squadra, tra l’altro, in questo 2013 aveva dovuto rivoluzionare completamente la propria filosofia, ingaggiando 9 corridori non baschi, per esigenze legate al World Tour. La Basque Pro Cycling Team sembrava aver trovato l’accordo con Fernando Alonso per garantirsi la sopravvivenza nelle prossime stagioni, ma le trattative sono naufragate per divergenza d’intenti. Forti le parole pronunciate qualche giorno fa da Egoi Martinez, ex corridore della Euskaltel: “non sono molte le squadre in cui potrei avere spazio. Vorrei decidere io quando dire basta, vorrei decidere io il mio finale di carriera.”

Molti, infine, sono i ciclisti ancora in cerca di una squadra con cui correre nella prossima stagione. I corridori italiani ancora senza contratto per il 2014 sono ben 55, a causa soprattutto della chiusura di molte squadre straniere. La situazione è molto difficile in modo particolare per i Continental, visto che molte squadre ancora non hanno presentato all’Uci le carte necessarie per potersi iscrivere alla prossima stagione.

Ecco la lista dei corridori, del World Tour e Professional, ad oggi ritirati (Fonte Spaziociclismo):

 

 WORLDTOUR

Marco Pinotti (BMC)
Bert Grabsch (OmegaPharma-QuickStep)
Stuart O´Grady (Orica GreenEDGE)
Sandy Casar (FDJ.fr)

Assan Bazayev (Astana)
Anthony Ravard (Ag2r La Mondiale)
Mikel Astarloza (Euskaltel Euskadi)
Adrián Sáez de Arregui (Euskaltel Euskadi)
André Schulze (Euskaltel Euskadi)

Andreas Klöden (RadioShack-Leopard)
Thomas Rohregger (RadioShack-Leopard)
Juan Antonio Flecha (Vacansoleil-DCM)
José Rujano (Vacansoleil-DCM)
Denis Menchov (Katusha)
Xavier Florencio (Katusha)

Anders Lund (Saxo-Tinkoff)
Benjamin Noval (Saxo-Tinkoff)
David Zabriskie (Garmin-Sharp)
Christian VandeVelde (Garmin-Sharp)
Andreas Klier (Garmin-Sharp)
Robert Hunter (Garmin-Sharp)
François Parisien (Argos-Shimano)
Yann Huguet (Argos-Shimano)
Dirk Bellemakers (Lotto Belisol)
Jurgen Van de Walle (Lotto Belisol)

PROFESSIONAL

David Veilleux (Europcar)
Stefano Garzelli (Vini Fantini – Selle Italia)
Leonardo Giordani (Vini Fantini – Selle Italia)
Anthony Charteau (Europcar)
Yannick Talabardon (Sojasun)
Paul Poux (Sojasun)
Jean-Marc Marino (Sojasun)
Arnaud Labbe (Cofidis)
Stijn Neirynck (TopSport Vlaanderen)
Rémi Cusin (IAM Cycling)

 

Giacomo Di Valerio 

12 novembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook