Vuelta a España: a Madrid trionfa Matthews. Horner può festeggiare!

Vuelta a España: a Madrid trionfa Matthews. Horner può festeggiare!

CYCLING-ESP-TOURÈ tempo di passerella finale alla Vuelta a España 2013: Leganés – Madrid, 109,6 km, con i giochi per la generale ormai completamente finiti. L’altimetria è significativa sotto questo aspetto: non c’è nemmeno un Gpm da affrontare, nessuna asperità, una novità in questa Vuelta. Per Chris Horner solo una tranquilla sgambata per godersi i meritati applausi, con la maglia Roja ormai al sicuro. La tappa è stata vinta in volata da Micheal Matthews (Orica GreenEdge), al secondo successo di tappa grazie all’ottimo lavoro dei suoi compagni di squadra. A completare il podio di giornata Tyler Farrar (Garmin) e Nikias Arndt (Argos).
Ora è ufficiale, Chris Horner è il campione della Vuelta a España 2013. 42 anni ad Ottobre, lo statunitense della Radioshack ha lasciato a bocca aperta tutti coloro che hanno anche solo sentito dire della sua straordinaria performance in questi 21 giorni di corsa. Lo stesso Nibali, pur senza troppi rimpianti, ha ammesso di non aver capito subito l’incredibile forza del re della Vuelta 2013: “penso di aver dato sempre il massimo, ma alla fine è normale perdere contro questo Horner. Forse nella tappa di Formigal ho sottovalutato lo statunitense e quindi ho perso alcuni secondi importanti.” È veramente una favola la storia di Chris Horner, che solo qualche mese fa meditava il ritiro per l’infortunio al ginocchio. “mio figlio di 11 anni mi chiese se sarei tornare a correre in bicicletta. Io gli risposi che se il mio ginocchio non avesse recuperato, mi sarei dovuto ritirare. Lui mi disse che non dovevo ritirarmi, non voleva dire ai compagni di classe che suo padre era un ex-corridore professionista” ha dichiarato il vincitore della Vuelta: “così ho iniziato a pedalare pensando che mio figlio avrebbe dovuto dire ai suoi amici che suo padre aveva vinto un grande Giro, che fosse l’unico statunitense ad aver vinto la Vuelta, e l’unico over 40 a trionfare in una grande corsa a tappe.” La preghiera che va a tutti i detrattori del ciclismo recita: non infangate questa favola fino a prova contraria.

Podio finale: 1° Chris Horner (Radioshack), 2° Vincenzo Nibali (Astana), 3° Alejandro Valverde (Movistar)
Classifica a punti: Alejandro Valverde (Movistar)
Classifica Gpm: Nicolas Edet (Cofidis)
Classifica Combinata: Chris Horner (Radioshack)
Classifica a squadre: Euskaltel-Euskadi

Giacomo Di Valerio
15 settembrte 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook