La Polonia e la Danimarca sono terre olandesi: Weening e Kelderman conquistano i rispettivi Giri!

La Polonia e la Danimarca sono terre olandesi: Weening e Kelderman conquistano i rispettivi Giri!

Giro PoloniaLa Polonia incorona Pieter Weening. Il corridore olandese della Orica GreenEdge ha conquistato il gradino più alto del podio davanti a Jon Izagirre (Eus, +13”) e Christophe Riblon (Ag2r, +16”). Il francese ha perso la maglia di leader nella cronometro finale, in cui un arrembante Weening è riuscito a risalire dalla quinta alla prima posizione.

Quest’inedita edizione del Giro di Polonia è partita dall’Italia, Trentino, dove si sono disputate le prime due tappe. L’aria di casa ha portato bene a Diego Ulissi (Lam), che ha vinto la prima frazione ma ha dovuto cedere il giorno seguente il simbolo del primato a Rafal Majka (Tst), nella tappa vinta da Christophe Riblon (Ag2r). Il polacco della Saxo-Tinkoff ha avuto l’onore di rientrare nella sua terra natale indossando la maglia gialla di leader, ma ha dovuto arrendersi nella quinta frazione, scavalcato da Jon Izagirre (Eus) grazie a un abbuono di 10” conquistato dallo spagnolo. L’impegnativa sesta frazione ha visto, invece, l’affermazione perentoria di Darwin Atapuma (Col) in uno sprint a due con Christophe Riblon, che però ha indossato la maglia gialla. Nella cronometro finale dominata da Wiggins (Sky), Weening (Oge) ha tirato fuori il coniglio dal cilindro, soffiando il Giro di Polonia al francese.

Oggi, invece, si è concluso il Giro di Danimarca in cui ha trionfato un altro olandese: Wilko Kelderman (Bel). La giovane promessa (classe 1991) in forza alla Belkin ha ipotecato il primo gradino del podio vincendo la cronometro di 12 km in programma nella quarta frazione. Sicuramente una bella affermazione per lo sbarbatello olandese, chiamato nei prossimi anni a misurarsi da capitano in una delle tre corse a tappe più importanti del panorama ciclistico mondiale.

di Giacomo Di Valerio

4 agosto 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook