Tour de France, Marcel Kittel concede il bis: battuti Greipel e Cavendish!

Tour de France, Marcel Kittel concede il bis: battuti Greipel e Cavendish!

Kittel 2Decima tappa del Tour e seconda vittoria per Marcel Kittel. Il forte velocista tedesco della Argos -Shimano ha vinto con grande abilità davanti ad André Greipel (Lot) e ad un pericoloso Mark Cavendish (Opq). Non cambia nulla in classifica generale, con Chris Froome (Sky) che mantiene tranquillamente il giallo.

L’altimetria della tappa, Saint Gildas des Bois – Saint Malo, 197 km, è favorevole a un arrivo in volata. L’unico spauracchio poteva essere rappresentato dal vento, che però non ha creato nessun tipo di problema ai corridori. La fuga, comunque, non manca nemmeno oggi, e in cinque provano il colpaccio da lontano: Juan José Oroz (Eus), Julien Simon (Soj), Lieuwe Westra (Vac), Luis Maté (Cof) e Jérom Cousin (Eur). Il gruppo controlla senza scaldarsi più di tanto, quasi scherza con i fuggitivi, lasciando loro tutto il tempo per sfogarsi fino ai meno 20 dal traguardo, quando le squadre dei velocisti si organizzano per portare i propri capitani allo sprint finale, senza incorrere in sgradevoli sorprese.

Ai meno 5 km i battistrada vengono fagocitati dal gruppo che si lancia a tutto gas verso il traguardo. La volata è un misto di paura, delirio e intelligenza. Mark Cavendish provoca la caduta di Tom Veelers, compagno di squadra di Marcel Kittel, rischiando di innescare una caduta a catena fortunatamente evitata, anche grazie a quel fenomeno di Peter Sagan. Tourminator riesce nell’impresa di schivare l’uomo Argos – Shimano in terra, dando l’ennesima dimostrazione di saper muovere la bicicletta con la stessa naturalezza con cui un uomo qualunque muove il proprio braccio. Passato questo momento di paura e delirio al Tour de France, Marcel Kittel dà sfoggio di illuminata sapienza nella volata finale, battendo André Il Gorilla Greipel nella sfida chi riesce a perdere 20 anni di vita con un solo colpo di reni.

Domani i corridori sono attesi alla cruciale cronometro di 33 km, da Avranches a Mont Saint Michel: qualcuno verrà tagliato definitivamente fuori dai giochi. Un Chris Froome superlativo potrebbe tagliare tutti fuori dai giochi. La parola passa alla strada.    

Giacomo Di Valerio

9 luglio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook