Basket NBA: LeBron James atleta dell’anno 2016

Basket NBA: LeBron James atleta dell’anno 2016

LeBron Raymone James è stato eletto per la seconda volta “Atleta dell’anno” dall’Associated Press. Nel basket più volte di lui solo Michael Jordan con tre.

Ogni anno la Associated Press elegge tra gli sportivi più influenti del pianeta, professionisti e non, ed assegna il riconoscimento di “Athelete of the year”.

Il premio fu istituito nel 1931 epoca in cui le donne non avevano riconoscimenti adeguati in ambito sportivo per assottigliare il gap con gli uomini. Ogni anno quindi un gruppo di redattori sportivi che operano negli USA nominano in seguito al voto due “atleti dell’anno”, uno per il genere maschile ed uno per il genere femminile. Il premio non è ad unico appannaggio di atleti statunitensi, possono essere eletti anche sportivi provenienti dal altre nazioni. Nell’albo d’oro sono infatti presenti tra gli uomini vincitori australiani, svedesi e canadesi come Wayne Gretzky. Per quanto riguarda le non-americane il premio è arrivato ad atlete come la romena Nadia Comăneci, la tennista yugoslava Monica Seles e la campionessa di golf Annika Sörenstam vincitrice per tre anni consecutivi.

Questa edizione dell’ AOY al maschile è stata invece assegnata ad un cestista, il sopracitato LeBron James dei Cleveland Cavaliers. L’atleta di Akron è stato eletto con 24 voti a discapito di due primatisti olimpici, il nuotatore Michael Phelps, ed il centometrista Usain Bolt. James aveva già ricevuto questa onorificenza nel 2013 per la prima volta. Ora si avvicina a Michael Jordan, che con tre premi (1991-92-93) è il cestista ad essere stato eletto più volte “Athelte of the year”. Oltre a Jordan e James, unici vincitori plurimi dell’ AOY nel basket, non ci sono stati molti altri giocatori NBA ad essere stati premiati dalla Associated Press. Gli unici due nomi oltre a loro sono stati Larry Bird nel 1986 e Stephen Curry nel 2015.

Un premio che ha un valore molto particolare vista l’importanza che il 2016 ha avuto nel mondo dello sport. La stagione delle imprese. Celebri quella del Leicester, dei Cubs e del Portogallo, ma soprattutto  quella dei Cavaliers. James comunque rappresenta lo sportivo modello. Padre di famiglia, giocatore professionalmente ineccepibile e uomo impegnatissimo nel sociale. Senza sbavature anche le sue parole ai microfoni dopo la premiazione ha detto:

Per me i premi individuali non significano moltissimo. Sono però contento per la mia famiglia, i miei figli, mia moglie e per i ragazzi della mia fondazione, che guardano a me come a un modello positivo.

James ha anche ricordato il grandissimo Muhammad Alì. Il pugile è morto il 3 giugno di quest’anno ed è stato una figura importantissima per tutti gli atleti afroamericani, oltre che un grandissimo del pugilato.

E’ stato un modello per me. Sia come sportivo sia come personaggio impegnato nel sociale. Mi ha mostrato la giusta strada da seguire”.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook