BASKET NBA: tragedia, morta la guardia dei Pelicans Bryce Dejean-Jones

BASKET NBA: tragedia, morta la guardia dei Pelicans Bryce Dejean-Jones

La guardia ventitreenne dei New Orleans Pelicans Bryce Dejean-Jones è stata trovata morta nella serata tra venerdi 27 e sabato 28 Maggio,  causa un colpo di pistola all’addome, ancora incerte le circostanze dei fatti. 

bryce-dejean-jones

Una vera e propria tragedia ha colpito il basket americano. Lo scorso venerdi  la shooting guard di New Orleans Bryce Dejean-Jones è stata freddata da un colpo di pistola a Dallas dove si trovava per visitare la madre di suo figlio.

Ancora molto pochi i dettagli sui fatti ma per quanto ci è dato sapere. Secondo una prima ricostruzione della polizia texana il ragazzo avrebbe sbagliato luogo dell’appuntamento bussando ad un appartamento errato. Non ricevendo risposte e preso dal nervosismo avrebbe aperto la porta a calci trovando però il proprietario del suddetto, armato e molto spaventato. Talmente tanto da ucciderlo con un proiettile all’addome. La polizia, avvertita dai vicini che avrebbero sentito delle urla ed il colpo dell’arma, è giunta sul posto trovando il giovane ancora in vita ma non è riuscita a portarlo in tempo all’ospedale, Bryce infatti sarebbe morto durante il tragitto.

Da sottolineare che, nel caso venisse confermata la ricostruzione dalla perizia, il presunto assassino non rischierebbe alcuna sanzione. Nello stato del Texas infatti l’omicidio di chi violi o cerchi di violare una proprietà privata è legale.

Dejean-Jones era arrivato a New Orleans solo a gennaio, ed era tutt’altro che certo di restare. I Pelicans invece lo avevano poi riconfermato facendogli firmare un contratto triennale. Dejean-Jones aveva disputato una sola stagione collezionando solo 11 presenze con una media di 5 punti e 3 rimbalzi a partita. La sua stagione, e carriera, si è conclusa quindi a febbraio a causa di una frattura al polso.

I Pelicans si sono subito espressi pubblicamente in merito alla vicenda con u comunicato e commentando anche sui social di riferimento della squadra la loro vicinanza alla famiglia dell’ormai loro ex giocatore : ” vi preghiamo di pregare per Bryce e la sua famiglia in questo momento di difficoltà”.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook