Trastevere Calcio: sport e tradizione romana

Trastevere Calcio: sport e tradizione romana

Quella del Trastevere Calcio non è una storia come tante. Fondata nel 1909, la società capitolina è stata poi rifondata per ben due volte: la prima nel 1968 e la seconda nel 2012 dall’attuale presidente Pier Luigi Betturri. Lo abbiamo incontrato per farci raccontare gli ultimi nove anni trascorsi alla guida della società trasteverina.

Salve presidente, partiamo dal 2012, come è nata l’idea di rifondare la società?

Proprio nell’estate del 2012 un mio amico, Gabriele Gori, storico mister trasteverino, mi propose l’dea di rifondare il glorioso Trastevere, decaduto anni prima per difficoltà finanziarie. L’idea piacque anche a mio figlio Flavio Maria e così nell’autunno del 2012, iscrivemmo la squadra al campionato di terza categoria.

Siete partiti dalla terza categoria, ad oggi siete in lotta per un posto in serie C, c’è un ricordo a lei caro di questa scalata alla vetta?

Certamente il ricordo più entusiasmante fu la conquista della serie D, all’ultimo secondo del Campionato 2014/2015, quando battemmo il Fregene guadagnandoci così la partecipazione alla Serie D.

Emergenza Covid: si è parlato tanto degli effetti che hanno subito le società professioniste molto meno invece dei risvolti su quelle dilettantistiche. Da presidente, avendo seguito da vicino ogni aspetto societario, può indicarci quanto ha pesato, anche economicamente la pandemia?

Sicuramente non si è parlato abbastanza di quanto l’emergenza Covid abbia inciso sulle Società dilettantistiche.

La pandemia ha pesato enormemente sui bilanci societari perché, nel caso del Trastevere calcio, ad esempio, che possiede uno Store nel centro storico, le vendite sono significativamente calate per l’assenza dei turisti e di parte di clienti abituali, in quanto costretti in casa dal lock-down. Stesso problema per gli affitti dei campi di calcio del Trastevere Stadium e per la gestione del bar e del ristorante.

Poi sono mancati completamente gli incassi delle partite casalinghe. Infine, molti sponsor, afflitti dalle note restrizioni, hanno disdetto i loro impegni nei confronti del Trastevere.

Rimaniamo sul tema Covid, ci sono stati aiuti da parte degli organi competenti? Come società vi aspettavate un sostegno maggiore?

Sul tema Covid gli organi competenti hanno riservato alle Società dilettantistiche irrisori ristori e, ovviamente, noi ci aspettavamo sostegni e solidarietà maggiori.

Settore giovanile: quanto punta la società sulla crescita di giocatori nel vivaio?

Il Trastevere calcio è particolarmente attento e sensibile alla Scuola calcio, al settore giovanile e a quello agonistico. Nonostante le difficoltà degli ultimi due campionati, che di fatto hanno pressoché azzerato l’attività agonistica dei settori giovanili, siamo riusciti a trasferire tre giocatori a società professionistiche con buoni vantaggi economici; in particolare, siamo orgogliosi dell’esperienza di Edoardo Iannoni che ha esordito in serie B con la Salernitana (ora in Serie A)

Serie C e stadio: quanto sta influendo sulla cavalcata alla serie C l’assenza sulla città l’assenza di un impianto idoneo?

E’ logico che l’incredibile mancanza nel territorio del Comune di Roma di uno stadio idoneo alla serie C ha influito sulla cavalcata di quest’anno verso il professionismo, come ho più volte spiegato in tante interviste e sui social. Tuttavia, al momento, rimangono ancora eccellenti possibilità di vincere il Campionato.

Come detto da lei attraverso un post sui social, la città di Rieti potrebbe ospitarvi qualora le cose andassero per il verso giusto a fine stagione. E’ un opzione che sta realmente valutando?  Ci sono altre opzioni?

Come ricordato recentemente, il Comune di Rieti ci ha confermato la disponibilità per poterci ospitare presso lo stadio Manlio Scopigno, qualora il Trastevere vincesse l’attuale Campionato. Purtroppo, non abbiamo riscontrato altre opzioni sul territorio.

La ringraziamo per il tempo dedicatoci e le auguriamo un grande in bocca a lupo per tutti i progetti futuri.

Grazie a voi per il vostro interessamento e a presto.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook