Sassari: l’arte di Gigi Cau

Il mondo dell’arte della pittura a Sassari è dominato da nomi ingombranti ed importantissimi, da Mario Sironi, Giuseppe Biasi, Adolfo Orrù , Costantino Spada , Libero Meledina , Tore Canu, Anfossi, Piu il vecchio , e chissà quant’altri meno noti ma non meno talentuosi.

Oggigiorno solo alcuni artisti riescono a smuovere la calma statica a cui pare essersi votata la cultura pittorica Sassarese.
Gigi Cau è uno di questi , le sue visionarie rappresentazioni grafiche ma ancor di più cromatiche rappresentano , a nostro parere , una rottura con una sorta di “calma piatta “ più adatta alla vendita che al reale valore intrinseco delle opere.
Egli cerca di vibrare stilettate , a chi le osserva , in quanto poco adatte al conformismo imperante del “ se vendi sei importante”.
La sua continua ricerca non condizionata in nessun modo dall’obbligo di stare in linea con i galleristi , lo ha portato a diventare quasi un esempio di rottura degli schemi preconfezionati .
I numerosi riconoscimenti a livello nazionale e internazionale , non hanno intaccato minimamente la sua ricerca, che spazia tra l’eleganza stilistica ed minimalismo formale, ma ne riconoscono la alta valenza pittorica.
Si può essere attratti o meno dalle sue scelte , oggettivamente diverse dal comune presentarsi della pittura Sassarese, ma rappresenta comunque un elemento di rottura netta e indiscutibile dalla maggior parte dei suoi colleghi .
Si sà bene  , che le crisi non aiutino mai gli artisti talentuosi , anzi spesso ne determinano l’oblio per molti decenni,  ma noi crediamo che dando  visibilità alle sue opere , renderemo omaggio all’artista ed in generale alla Pittura (con la P maiuscola) Sassarese.

di Antonio Bassu

24 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook