Di Pietro a Sassari

Il 21 novembre, in una conferenza stampa presso la sede della Provincia di Sassari, l’on. Antonio Di Pietro ha precisato le linee guida che l’IDV intende prendere nei riguardi dell’operato presente e futuro del neo eletto governo Monti.
Di Pietro ha precisato che nessuna cambiale in bianco e’ stata firmata al nuovo Presidente del Consiglio e che essendo un tecnico deve dimostrare col fare tutto cio’ che e’ stato precisato nella presentazione alle camere del nuovo Governo.

Pertanto L’IDV , ha precisato Di Pietro, attende le prossime mosse che non potranno essere nomine politiche di nuovi sottosegretari , che a suo dire , sarebbe come far rientrare dalla finestra cio’ che e’ stato allontanato dalla porta.
Ad una nostra precisa domanda sul rischio democratico dell’Italia data la presidenza Europea della Trilateral Commission e della apparteneza di Mario Monti al Gruppo Bieldberg, il rappresentante dell’IDV, crede che attendere alla resa dei fatti il nuovo governatore , sia la maniera piu’ giusta per verificarne la credibilità.
Si e’ inoltre soffermato sulla raccolta firme che in Sardegna si sta effettuando per la riduzione da ottanta a quaranta dei consiglieri regionali , e sulla riduzione degli emolumenti.
Una  legge simile e’ stata gia’ approvata dalla giunta regionale , pero’ i tempi tecnici non permetterebbero la sua attuazione prima della prossima tornata elettorale regionale , per cui e’ necessaria questa raccolta firme oggi in essere , che egli auspica piu partecipata possibile per la credibilita’ stessa della iniziativa.

di Antonio Luigi Bassu

21 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook