Si chiude con i canti natalizi la “Mostra Collettiva d’Arte” del Museo di Is Bangius

Si chiude con i canti natalizi la “Mostra Collettiva d’Arte” del Museo di Is Bangius

026

MARRUBIU Tra i canti natalizi si è conclusa la “Mostra Collettiva d’Arte” del Museo di Is Bangius curata dal gruppo Arte e Cultura di Marrubiu, con il patrocinio del Comune di Marrubiu.

Sono stati 36 gli artisti che hanno esposto le loro opere nei locali del museo della provincia di Oristano, tra questi artisti affermati a livello nazionale e internazionale come: Dina Pala, Adele Navarino, Isella Barresi e Luigi Curreli, ma anche giovani e pieni di talento come Michele Melis, Carlotta Scintu, Michele Peddis, Francesca Porcu e Maurilio Statzu.

Alla presenza di un folto pubblico hanno allietato la serata con le loro voci i cori: coro “Alessandra Saba” di Marrubiu che ha eseguito canti natalizi della tradizione sarda, diretti dal maestro Davide Pilloni, a seguire il coro parrocchiale di Sant’Anna con l’intramontabile “Oh happy day” e la dolce “E sarà Natale” dei Tazenda. Successivamente il coro polifonico di Silì, che ha proposto canti della tradizione italiana e americana, che sul finale hanno esaltato le doti canore della bravissima solista Laura Scanu, diretto dal maestro Alessio Carrus. Lo spettacolo è terminato con il coro polifonico di Uras che al canto popolare e quello si Sant’Alfonso De Liguori “Fermarono i cieli la loro armonia”, ha proposto il brano di Mozart “Dormi dormi”, diretti in modo impeccabile da Don Tullio Ruggeri.

Soddisfatto il Sindaco, Andrea Santucciu, che annuncia la delibera del Consiglio Comunale che posticiperà a Marzo 2015 la chiusura della Mostra Etnografica, che era prevista a Gennaio 2015, e allestita negli stessi locali. Si augura inoltre di poter ricevere presto i fondi per la ripresa degli scavi nel sito archeologico dinanzi alla struttura del museo, che nascondono i ruderi dell’antico Praetorium romano.

Entusiasta il gruppo Arte e cultura che vede mesi di lavoro e sacrifici ripagati dalla presenza del pubblico, nel corso di questi mesi di apertura, e dai commenti che incitano a continuare.

Un’iniziativa che ha unito la musica all’arte e alla tradizione che promuove la cultura in tutte le sue sfaccettature.

Marilena Tuveri

22 dicembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook