Le donne Igea escono dalla miniera

Le donne Igea escono dalla miniera

sulcis-k7FD-U10409037106578g-640x360@LaStampa.it

Dopo 11 notti al buio e al freddo sono uscite dalla galleria Marini di Monteponi le 37 lavoratrici dell’ex Igea. Le donne sono uscite durante la notte, lontano dal clamore, e stamane hanno partecipato all’assemblea plenaria davanti ai cancelli della miniera.

La decisione è arrivata a seguito dei diversi incontri in Regione, che hanno portato delle novità nella vertenza. Prima di tutto sul fronte dei pagamenti delle sette mensilità arretrate. Il segretario regionale della Cisl, Fabio Enne, annuncia che: “I lavoratori hanno già presentato la documentazione per i bonifici, e la situazione dovrebbe presto normalizzarsi”. Le altre buone notizie arrivano sul fronte delle prospettive aziendali, fortemente volute dai lavoratori. “All’assessorato regionale all’Ambiente si è sbloccato un pezzo importante delle bonifiche riguardanti il Rio San Giorgio”, ha detto Enna, che aggiunge: “Altri lavori seguiranno per l’area di Campo Pisano e Montevecchio. Forse la Giunta ha finalmente preso coscienza della grande utilità che ricopre la società Igea per le bonifiche”.

Marilena Tuveri

11 dicembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook