Carmen Consoli in concerto a Tindari: un connubio di poesia e ironia

Carmen Consoli in concerto a Tindari: un connubio di poesia e ironia

L’Indiegeno Fest del Golfo di Patti, festival organizzato da Leave Music, sta regalando anche quest’anno molte emozioni e ieri sera, nel magico scenario del teatro greco di Tindari, è stato il turno della raggiante e divina Carmen Consoli, che ha incantato il suo pubblico con uno spettacolo mozzafiato.

Unica vera pecca della serata è stata la lunga attesa prima della sua salita sul palco. Nonostante la freschezza di Elisa Rossi e l’energia dei Persian Pelican, che hanno davvero emozionato gli spettatori, le due ore di attesa si sono fatte sentire e hanno un po’ agitato e stancato il pubblico, scalpitante e impaziente di ascoltare la “cantantessa” siciliana.

Alle 23, però, Carmen ha finalmente fatto il suo ingresso sul palco e con la sua voce potente, la sua grinta inconfondibile e la sua bravura ha rapito immediatamente il pubblico, facendogli dono di emozioni indelebili.

Carmen è Poesia, è Musica, ma è anche simpatia e divertimento e questo si è visto soprattutto a metà concerto quando, a causa di alcuni problemi tecnici, l’amplificazione ha smesso di funzionare e lei è riuscita a intrattenere gli spettatori egregiamente, smorzando la tensione con la sua ironia.

La “cantantessa” si è esibita sia con pezzi recenti, sia con brani ormai indimenticabili, quali Amore di plastica, Confusa e felice, Contessa miseria, Parole di burro, L’ultimo bacio e Fiori d’arancio.

L’esibizione più bella della serata è stata, però, Mandaci una cartolina, brano dedicato al padre scomparso, in cui si è vista palesemente l’emozione della cantante catanese, che ha poi salutato anche la madre presente al concerto.

C’è poco da dire: Carmen è una garanzia e riesce sempre a conquistare i cuori, non solo tramite la sua voce e la sua personalità, ma anche grazie alla sua bravura come chitarrista, donando in ogni occasione agli spettatori emozioni travolgenti.

Quando si vivono serate come quelle di ieri, è davvero impossibile trovare difetti, l’attesa e i problemi tecnici sono inezie viste nell’insieme e passano subito in secondo piano davanti a un’artista del suo calibro, davanti a una Donna come Carmen Consoli.

Il tour 2017, però, non è ancora finito. La “cantantessa” catanese sarà il 13 agosto al Foro Boario di Ostuni (BR) e il 14 al Festival Euromediterraneo di Altomonte (CS), ma altre date l’aspettano in futuro.

Per quel che riguarda l’Indiegeno Fest, invece, questa sera sarà il turno del calabrese Brunori SAS che, accompagnato da Marianne Mirage e da Artù, intratterrà e allieterà il pubblico del teatro greco di Tindari, concludendo così l’edizione 2017 del festival siciliano.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook