Cancellata anche la data di Amburgo dei Motorhead

Cancellata anche la data di Amburgo dei Motorhead

Doppia cancellazione di date per i Motorhead. A causa di un malore accusato dal chitarrista Phil Campbell, lo scorso 27 novembre a Berlino, con annessa cancellazione del live la stessa sera, la band heavy metal è stata costretta a cancellare anche la data di Amburgo.

La band capitanata dal Lemmy Kilmister si trova nel pieno del loro tour a supporto del loro ultimo lavoro “Black Magic che, purtroppo, è stato interrotto per motivazioni non ben specificate la mattina dello scorso 27 novembre attraverso un messaggio sulla pagina facebook della band, che diceva : “Con grande dispiacere, i Motorhead hanno cancellato la data prevista per questa sera, 27 novembre, a Berlino: il nostro fratello, il chitarrista Phil Campbell, ha avuto bisogno di un urgente ricovero. Presto starà meglio, ma per il momento non abbiamo avuto altra scelta che cancellare la data. Auguriamo tutti a Phil una pronta guarigione.” Un tour che già in precedenza ha visto intoppi, causa problemi di salute che Lemmy aveva accusato durante la tranche nordamericana. Questa volta è toccata al chitarrista, il quale è stato ricoverato durante la tappa tedesca a Berlino. A seguito dello stop nella capitale, durante la giornata di ieri, è stato pubblicato un altro messaggio su uno dei social della band che, con grande dispiacere, annunciava la cancellazione della data che si sarebbe dovuta tenere la sera stessa, spiegando che Campbell era ancora ricoverato e doveva stabilizzarsi prima di poter tornare sul palco, invitando gli spettatori il prossimo 9 dicembre per la prossima data.

Un tour che sembra essere maledetto, sia per la band che per i fan, ma si spera possa riprendere al più presto e nelle migliori condizioni di salute per i musicisti. Nel frattempo non resta che aspettare aggiornamenti riguardo il chitarrista. I Motorhead sono anche attesi per due date nel nostro paese il prossimo 11 febbraio all’Alcatraz di Milano e il 20 febbraio al PalaTrento di Trento.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook