Eagles, possibile reunion ma solo con un componente d’eccezione

Eagles, possibile reunion ma solo con un componente d’eccezione

eaglesNovità sugli Eagles. La band di Los Angeles potrebbe rivedere i propri piani e forse programmare una reunion, ma a condizione che partecipi un componente d’eccezione.

In seguito alla morte di Glenn Frey, il leader della band Don Heley era stato molto chiaro sul non volersi più esibire insieme e sullo scioglimento della band, ma a distanza di vari mesi la situazione sembra essere cambiata. Il motivo di questa cambio di idea sarebbe stato scatenato dalla possibilità di introdurre il figlio di Frey, Deacon, all’interno della band come sostituto del compianto Glenn. Tutto è emerso in un’intervista rilasciata da Heley al Motreal Gazette, durante la quale ha dichiarato : “Sapete, Glenn ha un figlio che sa cantare e suonare piuttosto bene. Se ci fosse suo figlio, sarebbe l’unica cosa sensata, secondo me. L’unica cosa che mi fa considerare la possibilità di una reunion è l’eventuale presenza del figlio di Glenn, Deacon”. L’ultima esibizione degli Eagles risale agli ultimi Grammy Awards, insieme a Jackson Brown, per omaggiare la scomparsa del musicista.

Proprio quest’anno cade il quarantennale del più celebre brano della band, “Hotel California, uscito l’8 dicembre 1976. Questa nuova collaborazione potrebbe rivelarsi vincente, specialmente se la band losangelina prendesse in considerazione l’idea di un tour per festeggiare il brano.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook