“Noi non ci Sanremo”, lo spettacolo dei “Giovani del Folkstudio” per promuovere e ridefinire la musica folk e d’autore

“Noi non ci Sanremo”, lo spettacolo dei “Giovani del Folkstudio” per promuovere e ridefinire la musica folk e d’autore

LuigiGrechiMartedì 10 febbraio alle ore 21:30, presso il locale “L’Asino che vola”, si terrà lo spettacolo dal titolo “Noi non ci Sanremo”. Sesto appuntamento ideato da “I Giovani del Folkstudio” con l’intento di promuovere la musica folk e d’autore.

Saranno Luigi “Grechi” De Gregori e Francesco Pugliese a presentare questa serata con l’intento di far rivivere l’atmosfera del mitico “Folkstudio” dove, alla fine degli anni 60, ebbero l’incarico da parte del “Boss” Giancarlo Cesaroni di dirigere il primo “Folkstudio Giovani” della domenica pomeriggio, uno spazio che col tempo divenne la fucina della cosiddetta “scuola romana” di cantautori, all’interno del quale mossero i loro primi passi artisti del calibro di Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Rino Gaetano e molti altri. Un’iniziativa volta a riportare all’attualità e ridefinire la musica folk, oltre che “Un’operazione nostalgia” nel voler ricreare l’ambiente dello storico locale dove si esibirono moltissimi artisti internazionali nonché, un ai tempi sconosciuto, Bob Dylan. In questa serata, dal titolo scelto in scherzosa antitesi con il festival della canzone italiana, i due artisti un tempo conosciuti come “Cisco & Ludwig” proporranno una serata ricca di artisti e professionisti della scena musicale con l’intenzione e la voglia di far conoscere alcune energie creative autoctone alternative a quelle del palco dell’Ariston.

Una serata all’insegna della buona musica e un’occasione, per chiunque volesse assistere ad uno spettacolo diverso dal solito Festival di Sanremo, per approfondire la conoscenza di questo genere musicale tanto semplice quanto emozionante.

Federico Perruolo
09 febbraio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook