Musica Popolare Italiana, dal 22 luglio in rete il Viaggio nelle Terre dei Suoni

Musica Popolare Italiana, dal 22 luglio in rete il Viaggio nelle Terre dei Suoni

 Musica-Popolare-ItalianaUn nuovo portale interattivo nasce dal web, il nostro bel paese viene promosso attraverso la musica popolare che ne racconta le radici e le tradizioni.
Musica Popolare Italiana, questo il nome del nuovo portale lanciato il 22 luglio da New Media Farm in collabroazione con Triumph Group International. Una piattaforma internazionale, musicapopolareitaliana.com, che conta al suo interno 1500 artisti e band, 15000 video musicali, scuole di ballo e canto e migliaia di eventi inerenti alla musica popolare. Il sito, disponibile in lingua italiana ed inglese, è un vero e proprio punto di riferimento per la Community della musica popolare italiana, adibito ad ospitare un numero illimitato di agenzie, artisti, organizzatori e festival, promuovendo qualsiasi tipo di attività e raccontando la nostra penisola proprio a partire da una delle arti espressive che l’ha resa un’autentica artesignana in materia. Il portale, oltre a dare la possibilità di approfondire ogni argomento per tematiche, aree geografiche e stagionali, blog di discussione e canali multimediali, offre opportunità di sviluppo e promozione con annunci rivolti a singoli, aziende, fondazioni ed enti istituzionali.
Un progetto che nasce al fine di mettere insieme il prodotto culturale con la tecnologia più innovativa, in modo che la musica popolare cominci ad essere considerata come un prodotto innovativo dove trovare nuove opportunità, promuovendo l’Italia raccontandone i territori con pacchetti legati alla musica popolare e contribuendo a radicare un’idea della cultura locale più aperta.
Un’idea dalle grandi aspettative, che, ripercorrendo la storia del nostro paese attraverso la musica popolare si spera possa rilanciare il “Made in Italy”, avvicinando un argomento “di nicchia” ad un target plurigenerazionale trasmettendo cultura e diffondendo la storia musicale del nostro bellissimo paese.

Federico Perruolo
25 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook