Jazzmi 2020, Tempesta sonora a Milano e dintorni

Jazzmi  2020, Tempesta sonora a Milano e dintorni

Jazzmi 2020, torna live a Milano e, allargando l’idea di geografia metropolitana, anche a Rozzano, Trezzano sul Naviglio, Carugate e San Donato Milanese. Dal 22 ottobre al 1° novembre torna nei grandi teatri, nei quartieri, nei luoghi simbolo della città con giovani band e artisti affermati. Per portare musica a chi non può partecipare al festival,  anche nella sala Medicinema dell’Ospedale Niguarda e a Casa Jannacci, in viale Ortles.

Saranno oltre centocinquanta i momenti d’incontro tra concerti, progetti speciali e eventi gratuiti (Jazzmi Free costruita in stretto rapporto con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano).

La manifestazione, giunta alla sua quinta edizione, è ideata e prodotta da Triennale Milano Teatro e Ponderosa Music & Art in collaborazione con Blue Note Milano.

È realizzata grazie al Comune di Milano – Assessorato alla Cultura, con il contributo di MiBACT e con il sostegno di Fondazione di Comunità Milano Onlus, main partner Intesa Sanpaolo e Volvo, sotto la direzione artistica di Luciano Linzi e Titti Santini.

Questa edizione di Jazzmi, più delle precedenti, rispecchia tutte le qualità che appartengono alla musica jazz: coraggio, solidarietà, tenacia e unione.

A questo si aggiungono tutte le misure di cautela degli organizzatori, insieme alla fiducia e alla responsabilità del pubblico necessaria perchè si possa tornare a vivere gli spazi pubblici.

Jazzmi attraversa Milano e va oltre

Poli centrali saranno la Triennale Milano Teatro che ospita il concerto inaugurale di Danilo Rea, Massimo Moriconi e Alfredo Golino con il loro “Tre per una”, speciale omaggio a Mina in compagnia di Massimiliano Pani; e il Blue Note Milano con il talento di Serena Brancale, in una serata con Kurt Rosenwinkel, Confirmation 5tet feat. Francesco Cafiso che celebra un gigante del jazz come Charlie Parker. Per la prima volta sul palco di via Borsieri salirà anche Vinicio Capossela pronto a festeggiare il trentennale del suo primo disco “All’una e trentacinque circa” con il progetto “‘Round one thirty five”. Chiude la violinista e cantante cubana Yilian Cañizares con il Resilience Trio.

Dai questi due poli principali, Jazzmi attraverserà tutta Milano, dal Castello Sforzesco al Giambellino, da Piazza Duomo e il Pirellone, all’Ortica e Chiaravalle, alla Besana, e ancora CityLife, Porta Nuova, Corvetto, San Siro, Volvo studio, Anteo Palazzo del Cinema fino ad arrivare fuori città a Rozzano, Trezzano Sul Naviglio, Carugate e San Donato Milanese.

Le note di Jazzmi tornano anche nei bei teatri milanesi

Il Piccolo Teatro di Milano ospita il 19 ottobre la Civica Jazz Band, con uno spaccato del jazz italiano al femminile. Il 26 ottobre la stessa Band propone Tentets, Franco Ambrosetti, omaggio di un grande musicista svizzero, Franco Ambrosetti, al pianista, compositore e direttore d’orchestra George Gruntz.  Carlo Balzaretti & Enrico Intra, con il musicologo e moderatore Maurizio Franco, suoneranno invece tra jazz e musica classica il 2 novembre 2020.

I Napoli Centrale capeggiati da James Senese suenaranno al Teatro dal Verme, dove, per la prima volta a Jazzmi, si esibiranno anche i The Comet is Coming, cosmonauti musicali capeggiati da Shabaka Hutchings.

Al Conservatorio di Milano due grandi ritorni: Paolo Fresu in scena con Around Tŭk, pronto a festeggiare i 10 anni della sua etichetta discografica e Stefano Bollani, che chiuderà il festival.

Il racconto degli eventi e dei luoghi è ancora lunghissimo. Vi invitiamo a scoprirli su:

SITO UFFICIALE, BIGLIETTERIA: www.jazzmi.it
APP: disponibile su App Store e Google Play
MAIL: [email protected]
INFOLINE: +39 351.53 988 55

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook