Stupid Love, il ritorno di Lady Gaga in versione Sailor Pink

Stupid Love, il ritorno di Lady Gaga in versione Sailor Pink

A quattro anni da Joanne, album soft rock e country blues, la regina del pop è finalmente tornata. Vince con la ballad, vince con la disco; la Lady non delude mai. Dopo l’esibizione all’Halftime Show del Super Bowl del 2017 e l’Oscar per Shallow in A Star is Born, film diretto da Bradley Cooper, Lady Gaga torna alle origini, facendo ballare il suo pubblico con un pezzo di impronta spiccatamente dance anni ’80.

Stupid Love è il nuovo singolo di Queen Germanotta, primo estratto dal suo sesto album in studio, da oggi su tutte le piattaforme digitali e dal 3 marzo in rotazione radiofonica negli Stati Uniti d’America. Tante chicche interessanti riguardano il videoclip che accompagna l’uscita del brano, tra cui la decisione dell’artista di girarlo interamente usando l’iPhone 11 Pro di Apple, con la regia di Daniel Askill.

cartellone stupid loveL’uscita del pezzo è stata anticipata dalla pubblicazione di un cartellone pubblicitario con in primo piano l’impronta di un rossetto rosa shocking e con a destra la fascetta tipica dei vecchi cd giapponesi degli anni ’90. A completare il quadro una fototessera della Queen in veste di guerriera Sailor, con tanto di diadema e sguardo severo.

La cantautrice si trasforma quindi in una eroina manga all’interno del video di Stupid Love, ambientato in un pianeta alieno in pieno conflitto tra due bande, di cui una capitanata dalla stessa Power Ranger Lady Gaga, con capelli rosa e make up total pink.

Il video si apre con una scritta in sovrimpressione che racconta che “Il mondo è in conflitto. Diverse tribù sono in lotta per il potere. Mentre gli Spirituali pregano, i Gentili lottano per Chromatica.Questo inizio alla Star Wars lascia poi il passo a un’ambientazione tipicamente manga, con abbigliamenti a metà tra cartoni animati giapponesi e videogiochi anni ’80.

E anni ’80 sono anche le influenze musicali. Il brano infatti richiama alla mente le sonorità pop di Ray Of Light di Madonna, facendo immergere l’ascoltatore in un’atmosfera disco che riecheggia la prima Lady Gaga.

I would battle for you (even if I break in two)
Freak out, freak out, freak out, freak out (look at me)
Get down, get down, get down, get down (look at me)
Freak out, freak out, freak out, freak out
Look at me now

Tutti a guardare quindi la regina del pop, la Sailor Pink che pretende il suo Stupid Love.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook