Mish Mash Festival 2019 | Day 1, “i lunedì sanno di sabato”

Mish Mash Festival 2019 | Day 1, “i lunedì sanno di sabato”

Continua alla grande il Mish Mash Festival 2019, con un Day 1 scoppiettante e ricco di emozioni. Fila interminabile fuori dai cancelli per assistere a uno degli eventi simbolo dell’estate musicale di Milazzo e dintorni, ospiti della serata i Pinguini Tattici Nucleari, i rovere, Pippo Sowlo e Splendore. Soundcheck vista mare per gli artisti e cibo a gogò, un’organizzazione impeccabile che merita menzione anche per la puntualità degli appuntamenti in scaletta e per la scelta degli ospiti, azzeccatissima come ogni anno. La gente scalpita e si aprono i cancelli, una folla corre nel sottopalco per prendere posto in attesa degli artisti del Day 1 del Mish Mash, mentre Fabio Scap & Thom Calisto introducono la serata con la loro musica, intrattenendo piacevolmente i presenti.

Puntuali come un orologio svizzero, alle 22 salgono sul palco i rovere, trio bolognese nato nel 2016 e formato da Nelson Venceslai, Luca Lambertini e Lorenzo Stivani. La band che scrive tutto in minuscolo coinvolge e conquista, presentando ai siciliani disponibile anche in mogano, l’album d’esordio nato grazie alla collaborazione con Riccardo Zanotti, frontman dei Pinguini Tattici Nucleari.

rovere“caccia militare”, “tadb”, “peter pan”, “silenzio” e “la pioggia che non sapevo” sono solo alcuni dei pezzi cantati dalla band durante la serata, offrendo al pubblico un’esibizione intensa e pregna di energia e non deludendo le aspettative di chi, giunto da tutte le parti della Sicilia, non vedeva l’ora di ascoltarli live. I rovere sono una ventata di aria fresca nel panorama musicale indie italiano, nei testi si sente la firma della bella penna di Riccardo Zanotti ma questo non rende il trio bolognese una copia dei fratelli maggiori bergamaschi, lasciando la loro originalità intatta.

Scesi dal palco Nelson, Luca e Lorenzo, è il turno degli attesissimi Pinguini Tattici Nucleari, la band guest star della serata. Che dire? Fantastici! Riccardo, Nicola, Elio, Lorenzo, Simone e Matteo sono una garanzia, un concentrato di grinta, emozione, divertimento e ironia. Milazzo è in delirio e “i lunedì sanno di sabato” con i Pinguini sul palco.

pinguini tattici nucleari“Tetris” apre il live, seguito da “Nonono”, “Sashimi”, “Fuori dall’Hype”, “Cancelleria”, “Antartide”, “Verdura” e tanti altri pezzi vecchi e nuovi. I Pinguini vincono il Day 1 del Mish Mash Festival 2019 con la loro genuinità, i testi e il tipico sound che conquista. Passati di recente alla Sony, i ragazzi bergamaschi escono indenni dalla ventata di cambiamento, producendo un sound più pulito e consapevole, ma mantenendo intatta l’impronta indie e ironica. I Pinguini crescono e maturano, ma rimangono i soliti ragazzi di sempre, “Fuori dall’Hype” non tradisce “Gioventù Brucata”, ma ne è la conseguente evoluzione, sempre vincente. Spontaneità e disponibilità caratterizzano Riccardo e compagni, che scherzano e scambiano quattro chiacchiere anche al termine dell’esibizione, che si chiude con “Irene”, richiesta a gran voce dal pubblico siciliano.

Cambia artista e cambia musica, sale sul palco Pippo Sowlo, i ragazzi di Torre Gaia, esponenti dell’hip hop e del “lol rap” contemporaneo. Segue Splendore, artista queer pop, producer e dj, promotore della libera espressione di sé e dell’abbattimento delle barriere e degli stereotipi della società che ci circonda.

Si chiude al meglio il Day 1 del Mish Mash Festival 2019, con tanta adrenalina in corpo e con la voglia di ritornare a ballare e a cantare al Castello nel Day 2 di questa quarta edizione; ospiti della serata Tropea, Eugenio in Via di Gioia, Nitro e Lorenzo Bitw, ad apertura della serata tornano Fabio Scap & Thom Calisto.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook