Mogol, il poeta della musica italiana si racconta a teatro

Mogol, il poeta della musica italiana si racconta a teatro

Abbiamo assistito, al Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto, all’evento “Mogol vi racconta”, spettacolo-intervista in cui Giulio Rapetti, grande autore della musica italiana, ha raccontato agli spettatori la sua vita e la sua carriera artistica, attraverso aneddoti emozionanti e divertenti, riguardanti anche le collaborazioni con artisti quali Battisti, Mina, Mango, Celentano, Califano e tanti altri.

“Il salame”, questo l’ilare titolo del primo testo scritto dal maestro in età puerile, dedicato all’amore infantile tra due bambini. Una vita intensa, tante collaborazioni, tanti successi, tante soddisfazioni, un uomo fortunato e ispirato da Dio durante il suo lavoro, come Mogol stesso (da umile credente) dichiara durante lo spettacolo.

Il pubblico ride, si emoziona e applaude, catturato dalle parole di Rapetti e divertito anche dalla lettura di alcuni aforismi scritti dal maestro, riguardanti soprattutto la sua vita privata, come uomo, marito, padre e nonno.

A condurre la serata è stato Mimmo Mollica, che ha dialogato con Mogol, tra le note di alcuni dei più grandi successi del maestro, quali “Se stasera sono qui”, “Io vivrò (senza te)”, “Un’avventura”, “E penso a te”, “Una donna per amico”, “La voce del silenzio” e tanti altri.

Sono davvero onorata per l’opportunità che mi è stata data, cantare i brani scritti da Mogol in sua presenza, canzoni che mi hanno accompagnata durante la mia crescita personale e la mia formazione artistica, successi indimenticabili che hanno lasciato un segno nel cuore di ognuno di noi.” Queste le parole della bravissima Sara Ricciardi, che ha interpretato con la sua potente voce i brani scritti da Mogol, dando prova della sua bravura e professionalità, accompagnata da musicisti professionisti: Fabrizio Ribaudo (batteria), Tindaro Raffaele (pianoforte), Tommaso Aricò (basso), Carmelo Scaffidi (chitarre), Salvatore Niosi (chitarra acustica) e Gemino Calà (sax, flauto e clarinetto).

Lo spettacolo, organizzato dalla Show Live Eventi di Tindaro Davide Di Perna, ha conquistato gli spettatori, che hanno cantato i successi senza tempo suonati dalla band, partecipando attivamente. Basilio Mangano, presidente dei club “Rotary” e “Rapaci”, ha donato a nome delle associazioni che rappresenta due targhe al maestro, per ringraziarlo per il lavoro svolto durante la sua carriera e per aver emozionato e guidato tante generazioni nel corso degli anni attraverso i testi delle sue canzoni.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook