Red Canzian timoniere del suo viaggio come testimone del suo tempo

Red Canzian timoniere del suo viaggio come testimone del suo tempo

“Sarò in concerto in parole e musica” aveva dichiarato Red Canzian qualche mese fa per annunciare la tournée che avrebbe seguito la pubblicazione del suo album: un’affermazione che aveva chiaramente tratto in inganno molti, anche tra i suoi fan storici, che subito hanno pensato ad una sorta di “copione” della scorsa tournée, nella quale Canzian aveva già portato sul palco alcuni momenti della sua vita.

Ma questo spettacolo, che continuerà per tutti i teatri d’Italia fino a fine maggio, in realtà è qualcosa di completamente diverso e chi ha partecipato ad almeno una di queste prima date lo può testimoniare. Due tempi, 35 brani, e quasi tre ore di spettacolo per raccontare in musica, in parallelo alla vita del musicista, la storia dell’Italia e della musica stessa, soprattutto quella che in qualche modo ha avuto contatto e ha influenzato la carriera artistica del bassista trevigiano.

Red Canzian Brescia (2)

E cosi tra i brani più conosciuti dei Pooh e alcuni dell’ultimo disco di Canzian (compreso il brano con il quale si è presentato allo scorso Festival di Sanremo e la suite Cantico che vede tra gli autori anche Renato Zero), troviamo tanti altri brani come Emozioni, California Dreamin’, Your Song e All You Need is Love che ben si sposa con la famosissima Piccola Katy dei Pooh.

Uno spettacolo suddiviso in due blocchi in cui il primo tempo è interamente dedicato al Red “prima dei Pooh”, presentato attraverso musiche, immagini e parole che hanno ispirato l’artista (e tanti altri musicisti come lui) e che l’hanno guidato attraverso la creazione di quella che è poi stata la sua identità come artista. Il secondo tempo invece, è interamente dedicato a quella che è stata la parte più consistente della sua carriera, quella insieme ai Pooh, con cui ha più volte rimarcato di aver condiviso veramente molto, e durante la quale è avvenuto il vero e proprio salto di qualità che ha trasformato Bruno Canzian nel bassista che tutti oggiAggiungi un appuntamento per oggi conoscono.

Red Canzian Brescia (1)

Una scaletta ben costruita che accompagna i presenti in un vero e proprio viaggio del tempo: Canzian al timone si propone al pubblico come privilegiato “Testimone del Tempo” pronto a guidare i presenti alla scoperta, passo dopo passo, di quei momenti fondamentali della sua carriera, e della musica italiana e non solo. Al suo fianco, non solo ad accompagnarlo ma ad impreziosire ogni singola esibizione, grandi musicisti quali Daniel Bestonzo, Ivan Geronazzo, Alberto Milani e i due figli Phil Mer e Chiara Canzian, che grazie alla sua voce e alla sua grande capacità interpretativa, raccoglie ogni sera applausi e complimenti da tutti i presenti.

Un concerto ben costruito, con un ritmo costante che non da tempo all’ascoltatore di distogliere l’attenzione ma che lo tiene costantemente attivo grazie all’utilizzo di luci, suoni e immagini: colpi di scena e cambi di ritmo e di scenografia sono continui. Sul fondale del palco, infatti, sono proiettati per tutta la durata dello spettacolo dei video realizzati ad hoc per aiutare il pubblico a meglio apprezzare le proposte musicali e ad accompagnare con suggestioni visive i brani eseguiti dai musicisti sul palco.

Red Canzian Brescia (4)

Un Canzian che appare in forma e con la grinta di sempre nonostante alcuni “incidenti di percorso” degli ultimi tempi che non sono però riusciti a scalfire l’entusiasmo e la voglia di fare musica del bassista, che durante la serata riabbraccia con tenerezza anche il suo primo strumento, la chitarra, dando prova di grandissima abilità.

Inevitabile la “festosa” invasione sottopalco durante gli ultimi brani da parte di quei fan che per anni hanno popolato i concerti dei Pooh e che hanno atteso per tanto tempo di poter rivedere il proprio beniamino su un palco, accogliendo con gioia (e magari con qualche dubbio iniziale, sicuramente fugato a fine spettacolo) l’invito di Canzian ad essere partecipi di questo nuovo capitolo del libro della sua storia musicale. Due tempi che si concludono quindi con il caldo abbraccio del pubblico e l’invito a testimoniare loro stessi quello che hanno vissuto durante la serata, con un passaggio di consegne che rende gli stessi spettatori testimoni del suo tempo.

E il terzo tempo dello spettacolo? Beh, quello è appena iniziato, e per scoprirlo non ci resta che continuare a seguire Canzian in quelle che saranno le sue avventure musicali da qui in poi.

Red Canzian Brescia (5)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook