Macerata, rinvenuti due cadaveri carbonizzati nel bagagliaio di una Lancia Y10

di Roberto Mattei

La macabra scoperta è stata fatta ieri a San Faustino di Cingoli dagli uomini dei Vigili del Fuoco, giunti sul posto a seguito di una segnalazione telefonica.

I corpi carbonizzati di due uomini stranieri, presumibilmente nordafricani, sono stati ritrovati nella tarda serata di ieri nel bagagliaio di un’auto in fiamme a San Faustino di Cingoli, a pochi chilometri da Macerata. Erano da poco passate le 23 quando una telefonata ha allertato Vigili del Fuoco e Carabinieri che una vecchia Lancia Y10 stava andando a fuoco in aperta campagna, a pochi metri dal greto del torrente Fiumicello.

Avevano appena concluso le operazioni di spegnimento quando, nell’aprire il vano bagagli della vettura, la macabra scoperta: due cadaveri completamente bruciati giacevano riversi all’interno.

Le salme sono state trasferite all’ospedale regionale di Torrette di Ancona per l’autopsia medico-legale, disposta dalla procura di Macerata, che dovrà accertare le cause della morte.

Indagano intanto gli uomini dei carabinieri, per identificare i due immigrati e cercare di ricostruire l’accaduto. Si pensa a un regolamento di conti.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook