Incendio allo stabilimento Finproject di Ascoli: tanta paura ma nessun ferito

Incendio allo stabilimento Finproject di Ascoli: tanta paura ma nessun ferito

Forse un corto circuito all’origine della combustione. Nessun pericolo per la salubrità dell’aria. Ingenti i danni.

vigili-del-fuoco-pompieri-500x300Paura ieri mattina per un incendio sviluppatosi in un’azienda di via della Fornace, una traversa di viale Mutilati del Lavoro. Fiamme alte fino a 10 metri e una densa coltre di fumo hanno creato attimi di apprensione tra gli automobilisti – per lo più curiosi – che, a quell’ora, si trovavano a transitare lungo la s.s. 4 “Salaria” e la zona industriale Campolungo.

L’incendio è divampato poco dopo le 6.45, su una linea di produzione dello stabilimento Finproject, azienda molto conosciuta in provincia per la fabbricazione di composti PVC destinati al mercato calzaturiero. A dare l’allarme, evitando il peggio, gli operai che in quel momento si trovavano di turno. Sul posto è intervenuto il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco di Ascoli Piceno con cinque autobotti; l’intervento ha visto impegnati una decina di uomini, che, dopo alcune ore di intenso lavoro, sono riusciti a domare il rogo ripristinando le normali condizioni di sicurezza dell’intera area.

Le cause dell’incendio, secondo i primi accertamenti, sarebbero accidentali, probabilmente provocate da un corto circuito che avrebbe innescato la scintilla all’interno di un silos.

I danni, ancora da quantificare, risulterebbero ingenti, visto e considerato che le fiamme hanno distrutto lo stesso contenitore di stoccaggio, parte dell’impianto fotovoltaico e quintali di materiale pronto per essere avviato alla lavorazione.

Fortunatamente nessun operaio è rimasto coinvolto, né si segnalano ad oggi problemi dal punto di vista ambientale.

di Roberto Mattei

9 novembre 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook